CAMERA COMMERCIO L’AQUILA CANCELLA INDIRIZZI PEC, A RISCHIO PRATICHE IMPRESE AGRICOLE


L’AQUILA – Il possesso della Pec (Posta elettronica certificata) da parte delle imprese agricole è obbligatorio, purtroppo molti agricoltori non controllano la casella di posta dove vengono inoltrate quasi tutte le comunicazioni da parte della pubblica amministrazione, inoltre la Pec è richiesta per le pratiche presentate all’Agea, alla Regione, alla Camera di Commercio e all’Agenzia delle Entrate.

Lo ricorda in una nota la Confagricoltura dell’Aquila, che spiega come la Camera di Commercio dell’Aquila ha cancellato gli indirizzi di posta elettronica certificata revocati, multipli e invalidi.

Il 23 ottobre 2017 è stato pubblicato l’elenco delle imprese/società cui è stata revocata la Pec.

Le aziende agricole potranno verificare se la propria Pec sia stata disabilitata attraverso il numero Rea riportato sulla visura camerale, in tal caso deve provvedere alla regolarizzazione presentando, entro oggi 23 novembre, il nuovo indirizzo Pec valido e attivo, mediante una comunicazione unica telematica esente da bollo e diritto di segreteria, ovvero presentare controdeduzioni scritte – eventualmente corredate di idonea documentazione – all’indirizzo di posta elettronica registro.imprese@aq.legalmail.camcom.it.

Dopo il 23 novembre 2017 l’ufficio del Registro delle Imprese trasmetterà al Giudice del Registro presso il Tribunale di L’Aquila l’elenco delle imprese/società che non hanno ottemperato per l’adozione dei provvedimenti di competenza.

Confagricoltura ricorda che la cancellazione dell’indirizzo Pec impedirà alle aziende di comunicare e di ricevere comunicazioni da e per la Pubblica amministrazione.

Gli uffici centrali e periferici di Confagricoltura sono a disposizione per la consultazione dell’elenco e per ogni altra informazione ritenuta utile.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022