CASE DA SOGNO, ARCHIROOM RIVOLUZIONA IL CONCETTO DI SPAZI E ARREDI


L’AQUILA – Chi l’ha detto che un appartamento di un normale condominio fuori dal centro non può diventare una “casa da sogno”, dotata di tutti i comfort, con spazi rivoluzionati, originali complementi e un arredo innovativo?

È quello che è successo ad un’abitazione dell’Aquila grazie all’intervento di Archiroom 2.0, concept store con sedi a L’Aquila, in Piazza Palazzo n.12, Riccione (Rimini), Urbania (Pesaro Urbino) e Tolentino (Macerata), che offre soluzioni su misura per bar e ristoranti, ma prende per mano anche i privati accompagnandoli nel restyling della propria casa.

“È un condominio restituito dopo il cantiere post-terremoto, noi all’interno dell’appartamento abbiamo riprogettato tutti gli spazi”, spiega Adriano Giovannini mentre apre le porte della casa in zona Pile, “comprese le illuminazioni e una serie di vani tecnici, come ad esempio quello che contiene la caldaia che in questo modo è scomparsa dietro ad uno sportello nel salotto”.

La tecnologia della cucina è stata completamente ripensata, concependo un open space accogliente, con un ampissimo piano in corian saldato direttamente sul posto. E poi due inserti di carta da parati hanno arricchito gli spazi, differenziando il salotto da un angolo giorno con un tavolo e una panca a muro, realizzata grazie alla collaborazione di uno dei tanti artigiani locali a cui Archiroom si affida per le finiture di pregio. Una serie di lampade, faretti e led completano l’opera contribuendo a dare una spazialità che la casa altrimenti non avrebbe avuto.

Lo store di Piazza Palazzo ha poi arredato di tutto punto l’appartamento, che si estende su circa 100 metri quadrati ma che grazie al sapiente intervento di restauro dà l’impressione di una spazialità tipica di abitazioni molto più grandi.

I divani del salotto, i letti delle camere e persino il bagno, con delle innovazioni come i sanitari a scomparsa, che vengono chiusi sotto una panca di legno che ricorda uno yacht di lusso.

“Ci siamo occupati dello studio della luce e degli spazi a 360 gradi”, aggiunge Giovannini, “avvalendoci di una serie di maestranze locali riusciamo a soddisfare qualsiasi esigenza personalizzando ogni spazio. In questo caso ad esempio abbiamo realizzato su misura una panca per il tavolo della sala da pranzo e un doppio livello della camera per renderla più accogliente e movimentata”.

LE FOTO

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021