CINEMA E TV RICHIAMANO TURISTI IN ABRUZZO, +15% DI DOMANDE


PESCARA – L’Abruzzo avrebbe fatto registrare un aumento della domanda turistica di quasi il 15% nel secondo trimestre 2019.

A rilevarlo è un’indagine di Expedia Group, proprietario di diversi siti web, che sono principalmente aggregatori di tariffe di viaggio e motori di ricerca di viaggio, che attribuisce questo risultato alla popolarità di luoghi simbolo di serie televisive di grande successo come Il nome della Rosa che hanno portato alla ribalta paesaggi meravigliosi e remoti come le gole di Fara San Martino, l’eremo di Santo Spirito a Majella e il castello di Roccascalegna.

“L’effetto fiction, evidentemente, si è fatto sentire – dice in una nota l’assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo – e non è certo un caso, se come assessorato abbiamo deciso fin dall’inizio del mio mandato di puntare sulla Film Commission come riferimento strategico delle produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali e su una presenza più costante dell’Abruzzo all’interno di programmi televisivi di successo come quello di Roberto Giacobbo Freedom che, in prima serata, su Rete4 ha fatto conoscere meglio L’Aquila e l’affascinante vicenda di Celestino V”.

“Tuttavia – aggiunge Febbo – non c’è solo questo. L’Abruzzo viene sempre più suggerito dai media internazionali come The Telelegraph come meta ideale per le vacanze. Inoltre, le iniziative di questi mesi per promuovere di più e meglio l’immagine della nostra regione sono state molteplici. Non ultima quella della nascita del Board americano di Abruzzo Film Commission e quella legata all’attività dei 100 smart ambassador”.

“Il cineturismo – conclide l’assessore – rappresenta una voce di cui tenere conto se è vero, come ha testimoniato recentemente Federturismo, che circa 100 milioni di persone si muovono ogni anno nel mondo solo per ‘respirare’ da vicino le atmosfere dei luoghi dove sono stati girati fiction e film di successo. Penso, ad esempio, a The New Pope di Paolo Sorrentino che ha girato molte scene tra Caramanico e Roccamorice e, grazie a lui, molti hanno scoperto il suggestivo eremo di Santo Spirito”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021