CINQUANTA PORZIONI DI VIRTÙ PER I MENO FORTUNATI DI TERAMO


TERAMO – Cinquanta porzioni di virtù teramane da destinare alle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus.

Le ha donate al Comune di Teramo Marcello Schillaci, ristoratore della Cantina di Porta Romana, custode dell’autentica cucina teramana e “padre” del disciplinare che nel 2011 ha cristallizzato la ricetta del piatto tipico del primo maggio.

“Quest’anno più che mai ho sentito il bisogno di condividere secondo il principio originario del tradizionale piatto teramano, un autentico rito propiziatorio che in passato veniva condiviso con le famiglie più povere”, dice Schillaci a Virtù Quotidiane.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020