CONCORSO MONDIALE DI BRUXELLES, MEDAGLIA D’ARGENTO PER IL BOTANICAL GIN 67/100


L’AQUILA – Medaglia d’argento per il Botanical Gin di 67/cento, il primo gin artigianale tutto aquilano che vede uno dei mascheroni delle 99 Cannelle in etichetta.

La prima partecipazione a un concorso internazionale ha portato subito il primo riconoscimento di pregio a Riccardo Marino, ingegnere gestionale e Tommaso Ciuffetelli Totani, esperto in comunicazione e marketing, creatori nel 2020 del progetto.

La medaglia d’argento è arrivata dallo Spirits Selection by Concours Mondial di Bruxelles, l’evento internazionale che premia gli spiriti di tutto il mondo e che si è svolto in Guadalupa dal 20 al 24 giugno scorsi.

“Abbiamo voluto partecipare al più grande concorso di settore – racconta Marino a Virtù Quotidiane -. È un evento interessante perché a valutare i prodotti è una giuria composta da una sessantina di giudici tra i migliori degustatori di tutto il mondo che assaggiano al buio per non essere condizionati. La competizione è anche un indicatore delle ultime tendenze nel mondo degli spirits e dunque è anche una cartina tornasole su quali prodotti possono funzionare”.

A convincere la giuria tanto da decretare il riconoscimento è stato il Botanical Gin, realizzato con le erbe spontanee del Parco nazionale della Majella, dal gusto erbaceo, a base di santoreggia di montagna, issopo, aghi di pino e tante altre botaniche. In concorso anche il Foraged Gin che ha un gusto floreale – erbaceo, il Rural Dry Gin il primo London dry gin interamente abruzzese dal gusto secco, e la Vola Vodka.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022