CORONAVIRUS, AD ACCIANO ACQUISTO COLLETTIVO DI MASCHERINE E SOSTEGNO ECONOMICO AI BAR DEL PAESE

foto Andrea Mancini

ACCIANO – Seicento mascherine per la popolazione e un sostegno economico ai bar del paese costretti a chiudere per l’emergenza coronavirus.

Sono due iniziative messe in campo dall’amministrazione di Acciano (L’Aquila), comune di circa 300 abitanti che vivono nella stessa Acciano, oltre che nelle quattro frazioni Roccapreturo, Succiano, Beffi e San Lorenzo.

Nei giorni scorsi il Comune ha anticipato le somme necessarie all’acquisto di 600 mascherine, dopo aver raccolto richieste via telefono e social network. I dispositivi di protezione verranno distribuiti a domicilio dal personale comunale in base alle famiglie che li hanno acquistati e che renderanno il costo dell’acquisto all’ente.

Inoltre il sindaco Fabio Camilli (nella foto) e la giunta hanno destinato mille euro ai due bar che si trovano ad Acciano e Roccapreturo, come “dimostrazione di vicinanza” per le attività costrette alla chiusura dai decreti governativi. I bar per le piccole comunità dell’Abruzzo interno sono centri di socialità essenziali per la popolazione, oggi costretta a una permanenza forzata in casa come nel resto d’Italia.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.