ALLA SCOPERTA DI ACCIANO TRA BORGHI, TORRI, NATURA E CHIESE ANTICHE


ACCIANO – La torre del castello medioevale di Beffi, la vista spettacolare dalla torre di Roccapreturo, il ponte Romano sul fiume Aterno nel percorso che parte dalla vecchia stazione, il Gigante di Acciano, i vicoli labirintici del borgo fortificato con le cantine storiche dove si faceva il Montepulciano, le chiese di Santa Petronilla e della Madonna della Valle, l’eremo di Sant’Erasmo e la passione ardente dei suoi devoti, come quella che anima i ragazzi dell’associazione Aternostrum, il verde fitto delle montagne, la natura incontaminata attraversata dal Cammino del Perdono.

Sono solo alcune delle bellezze straordinarie che il comune di Acciano (L’Aquila) permette di scoprire nel cuore del Parco regionale Sirente Velino.

Per molti la Valle Subequana è un territorio ancora inesplorato, per altri invece è una scelta di vita. Per noi di Virtù Quotidiane è un’occasione per portare alla scoperta di un angolo d’Abruzzo davvero imperdibile.

pubbliredazionale

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.