DA ROSCIOLO A CARTORE, SULLE TRACCE DEI BRIGANTI VISTE MOZZAFIATO E BUON CIBO


MAGLIANO DE’ MARSI – A pochi minuti di macchina dall’uscita autostradale di Magliano de’ Marsi (L’Aquila), c’è la possibilità di dare inizio a un’escursione davvero interessante dal punto di vista paesaggistico, artistico e gastronomico, percorrendo una parte del cosiddetto Cammino dei briganti, mangiando in una suggestiva locanda e visitando uno dei capolavori dell’architettura medievale abruzzese.

Il punto di partenza si trova nella frazione di Magliano, Rosciolo, una sorta di piazzola dalla quale si diramano i sentieri per l’ascesa del Velino.

Si inizia a salire e dopo poche centinaia di metri e il tempo di spezzare il fiato si arriva ad un primo pianoro dal quale si gode di un notevole panorama e la vista può spaziare fino alla catena dei monti Simbruini.

Durante il percorso, è molto frequente avvistare cervi o anche i loro palchi, se si è nella giusta stagione, come pure i grifoni, rapaci che possono arrivare ad un’apertura alare di 2,80 metri.

Si prosegue mantenendo sulla destra l’affascinante e rassicurante Monte Velino, percorrendo alle sue pendici un sentiero che porta fino alla Riserva naturale delle montagne della Duchessa, quindi siamo nel comune di Borgorose (Rieti) e siamo passati dall’Abruzzo al Lazio.

È consigliabile chiudere il percorso di andata, lungo circa sette chilometri, a Cartore, nella “Locanda dei Casali di Cartore” dove potrete gustare dei piatti tradizionali e davvero invitanti in un ambiente completamente ristrutturato, molto intimo, rifinito e arredato con gusto.

Se si preferisce un pasto più veloce, proprio alle spalle della locanda c’è una piana attrezzata con tavoli e panche, dove potrete comodamente consumare un pranzo al sacco.

Il percorso di ritorno può essere variato, uscendo dalla radura che lambisce i confini tra il Lazio e l’Abruzzo, dirigendosi sulla destra, affrontando una tranquilla salita e completando il percorso ad anello nella favolosa chiesa di Santa Maria in Valle Porclaneta, di nuovo a Rosciolo.

Le pendenze del tetto di questo autentico gioiello dell’arte medievale benedettina abruzzese, replicano il profilo del Monte Velino: la struttura si incastona perfettamente nel contesto naturale.

Su appuntamento è possibile visitare l’interno, caratterizzato da un ambone, un’iconostasi e un ciborio meravigliosi. Ilaria Di Marco

L’escursione è stata fatta il 12 marzo 2017, guidata dall’accompagnatore di media montagna Ercole Marchionni, sito internet http://www.montagneselvagge.com/

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.