DALLA MADONNA FORE A COLLEBRINCIONI SUL SENTIERO DEI NOVE MARTIRI AQUILANI


L’AQUILA – Lunedì 23 settembre ricorreranno i 76 anni dall’eccidio dei Nove Martiri, i nove ragazzi aquilani fucilati nella caserma Pasquali (dove furono costretti anche a scavarsi la fossa) il 23 settembre 1943, dopo essere stati catturati dal contingente tedesco sulle montagne nei pressi di Collebrincioni.

Nessuno informò le famiglie e, solo dopo la liberazione della città dell’Aquila, avvenuta il 13 giugno del 1944, i loro corpi furono rinvenuti e le loro spoglie ricomposte all’interno della scuola elementare di San Bernardino.

Lì ricevettero il silenzioso e commosso omaggio della cittadinanza, prima della sepoltura nel sacrario che si trova all’interno del cimitero monumentale.

Per l’occasione, è stato allestito un programma di iniziative.

Sabato 21 settembre alle ore 17,30 nella sala “Rivera” della sede municipale di Palazzo Fibbioni, presentazione a cura dell’Anpi del libro La Forma Della Speranza di Vladimiro Placidi, alla presenza di Errico Centofanti, Walter Cavalieri e William Giordano.

Lunedì 23 alle ore 9,15 deposizione corona di alloro alla base della partenza del “Sentiero Nove Martiri” che conduce alla Madonna Fore. A seguire prenderà il via una marcia lungo il sentiero, per arrivare al fontanile Fonte Vecchia di Collebrincioni, dove il circolo ricreativo locale proporrà testimonianze e letture.

Alle ore 10,00 nel piazzale dell’Istituto d’istruzione superiore “Amedeo di Savoia Duca d’Aosta”, alla presenza delle autorità civili, militari e scolastiche e di alunni in rappresentanza delle scuole cittadine, deposizione di una corona di alloro, donata dall’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea, presso il cippo commemorativo che ricorda in particolare Fernando Della Torre.

Alle ore 11,00 deposizione corona di alloro presso la caserma “Giuseppe Pasquali”, al Cippo commemorativo dei “Nove Martiri Aquilani” nel luogo dove furono fucilati.

Alle ore 12,00 deposizione corona di alloro sul sagrato di sepoltura dei “Nove Martiri Aquilani” del cimitero monumentale.

I Nove Martiri Aquilani avevano tutti tra i 17 e 20 anni. Questi i loro nomi: Anteo Alleva, Pio Bartolini, Francesco Colaiuda, Fernando Della Torre, Berardino Di Mario, Bruno D’Inzillo, Carmine Mancini, Sante Marchetti, Giorgio Scimia.