DALL’UE 6 MILIONI A IMPRESE IN AREE PROTETTE, PRIMO PROGETTO A PESCASSEROLI


L’AQUILA – Un prestito da 6 milioni a sostegno di 30 iniziative imprenditoriali in aree della rete europea Natura 2000, tra cui quelle dell’Appennino Centrale in Italia.

È quanto prevede l’accordo firmato da Banca europea degli investimenti e Commissione europea sulla “Banca della Natura”, con l’organizzazione Rewilding Europe, nata per rilanciare l’economia delle aree protette.

L’impresa italiana affiliata a Rewilding Europe è Wildlife Adventures, con sede a Pescasseroli (L’Aquila), che organizza escursioni e trekking nel Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise.

Si tratta del primo progetto del fondo di garanzia targato Bei e esecutivo Ue per il finanziamento del “capitale naturale” (Natural Capital Financing Facility).

Secondo uno studio commissionato dalla Dg Ambiente e pubblicato ieri, la carenza dei fondi Ue è uno dei vincoli principali a un maggiore sviluppo delle Aree Natura 2000 in Europa.

Per questo motivo, oltre allo strumento finanziario, è atteso per fine aprile un piano d’azione sulla biodiversità che dovrebbe dedicare proprio alle aree protette nuove risorse dal bilancio Ue.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021