EX SINDACO TEMPESTA PRIORE DELLA CONFRATERNITA AQUILANA DEI DEVOTI DI SANT’AGNESE


L’AQUILA – Biagio Tempesta, per nove anni sindaco dell’Aquila, è stato eletto ieri sera “Priore” per il 2020 della più antica Confraternita agnesina aquilana, ovvero la ”Confraternita aquilana dei ’devoti’ di Sant’Agnese” dalla quale è nata l’omonima Associazione culturale, che da quindici edizioni promuove la rassegna “Il Pianeta Maldicenza”.

La Confraternita, per antica tradizione, elegge una sola carica.

Tempesta è risultato il più votato (quasi un plebiscito) al termine dello scrutinio (presidente del seggio: Giuseppe Pulcini, Giuseppe Azzarone e Giorgio Splendinai scrutatori) tenutosi a conclusione di una frizzante e allegra serata nel ristorante, in centro storico, “Lo Scalco dell’Aquila” che, da ieri, è stato inaugurato quale “Triclinio” della Confraternita, quarta sede del Dopoguerra dopo le “Mangiatoie” storiche delle trattorie “Macallè”, “San Biagio” e dal 2013 “Delfina alla 99 Cannelle”.

“Sono nato in via Cavour 54 – ha detto Tempesta, mostratosi assai sorpreso per l’elezione – , a dieci metri dal Palazzo di città. Dico: prima di tutto gli aquilani, come sempre nella mia vita. Viva L’Aquila! Viva Sant’Agnese”.

Il priore uscente Rinaldo Tordera (cui per tradizione è toccato offrire champagne), ha passato il testimone (il tradizionale piccolo piccone “male e peggio”) e le insegne (l’antico medaglione in legno finemente intarsiato) a Tempesta cui toccherà ”governare” l’Anno Agnesino 2020.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.