GUIDA AL SAN PATRIZIO 2018: ARROSTICINI GRATIS, CONCERTI, RUGBY, PIATTI IRLANDESI E FIUMI DI STOUT, PUB PER PUB


L’AQUILA – È chiaramente nata con un fine liturgico, ma oggi – almeno fuori dall’Irlanda – il rito è laico, e spesso prosaico. È la festa di San Patrizio, che viene festeggiata in Europa e, un po’ a macchia di leopardo, anche in Italia e ovviamente in Abruzzo ogni 17 marzo. Il nome irlandese della festa ha la pronuncia proibitiva di Lá Fhéile Pádraig, ed è un verde e rituale omaggio all’evangelizzatore cattolico dell’Irlanda, San Patrizio, patrono della Repubblica britannica, di cui si hanno tracce già nel quarto secolo.

La festa si è via via allargata, mano a mano che la popolazione irlandese emigrava nel resto del continente e in Nordamerica. Già da tempo, con la diffusione degli irish pub in stile irlandese, la “festa laica” di San Patrizio si è fatta largo anche in Italia, con imitazioni più o meno riuscite del folklore irlandese.

Quest’anno, poi, i titolari dei pub di mezzo Abruzzo si fregano le mani da settimane: il 17 marzo cade di sabato, e in coincidenza con l’ultima sfida (a Roma contro la Scozia) della nazionale italiana di rugby nel prestigioso 6 Nazioni. Ed è così che fioccano weekend interi di festeggiamenti e maxischermi, soprattutto nelle zone d’Abruzzo che masticano di più il rugby – principalmente in provincia dell’Aquila – e nella speranza che la maggior parte degli appassionati non abbia optato per la visione live della partita all’Olimpico.

Virtù Quotidiane vuole proporvi un semplice bignami per orientarvi nel San Patrizio 2018, tra fiumi di birra, gadget, cibo tipico irlandese ma anche locali arrosticini di pecora.

Partiamo da L’Aquila, la realtà in Abruzzo dove la festa del 17 marzo ha attecchito di più: qui tutti i pub stile irish si stanno organizzando da giorni. All’Irish Café, sulla via Mausonia, si parte già da oggi, con un aperitivo musicale e a seguire un concerto. Domani si continua – sempre all’insegna della musica live – mentre nel giorno di San Patrizio ci sarà un pranzo tipico irlandese, come proveniente dal Paese nordeuropeo sarà anche la musica, preceduta dalla diretta tv dell’Italrugby. Due le novità principali: l’ingresso del brand di Arrosticini Divini – di cui Virtù Quotidiane vi ha anticipato ieri – e la navetta gratuita dal parcheggio del centro sportivo di Pianola, per provare a fronteggiare le migliaia di presenze registrate negli anni scorsi.

Dall’altra parte della città i festeggiamenti inizieranno sabato in tarda mattinata. Al Monthy’s di Coppito quest’anno si aggiunge il nuovo laboratorio di macelleria che inaugurerà proprio in occasione della festa nazionale irlandese: si tratta di un’emanazione della Locanda del Puledro Impennato, e regalerà ben 500 arrosticini ai fortunati che riusciranno ad agguantarli tra le 15 e le 16,30. Al Monthy’s sarà allestita una tensostruttura per cenare con lo “spezzatino di San Patrizio” e ballare fino al mattino.

Punta sulla mitica nera stout e sul cibo tipico irlandese il Rockers, nella veste rinnovata nel quartiere Torrione, che per un giorno smetterà di cucinare pizza e hamburger e proporrà una cena a base di irish potato soup (vellutata di porri e patate con pancetta croccante); irish stew (spezzatino di manzo alla birra Beamish); colcannon (verza e patate ripassate) e cheesecake al Bayles. Non lontano, il The Corner (viale della Croce Rossa) scommette sul prezzo popolare per il menu a base di Angus irlandese e Guinness stout. Il Mamò di viale Don Bosco inizia la festa dal pomeriggio, e ogni tre pinte di stout ne regala una.

Anche a Sassa il Saint Patrick’s Day inizia due giorni prima: stasera è in programma il raggae, domani una carrellata rock e pop, mentre sabato il clou è all’insegna della musica tradizionale irlandese, of course. Serate dedicate a San Patrizio anche nella discoteca Guernica di Pizzoli, e al Garbage di Pratola Peligna.

Ad Avezzano da segnalare il female side of celtic music dei Green Clouds, band tutta al femminile che fonda la tradizione celtica e gli effetti della musica elettronica. Si esibirà sabato sera al New Ranch, che offre anche gadget per l’occasione e il servizio di navetta gratuito da piazza Risorgimento.

A Pescara tre giorni dedicati al trifoglio si terranno al padiglione ex Cofa, nei pressi del porto turistico. Da stasera e fino a sabato musica country, “elettrofolkpunk” e un tributo ai Daft Punk, in un evento organizzato dal Jayson’s Irish Pub con la benedizione di Confesercenti e di Radio Deejay. Nella città adriatica anche il Temple Bar, coerentemente con il suo nome – che riprende uno dei più antichi e famosi pub di Dublino – regalerà t-shirt e gadget verde Irlanda. In provincia da segnalare tre giorni di festa al Loft 128 di Spoltore, un live di venerdì sera al Saloon di Popoli, omaggi rispettivamente a Rino Gaetano e Zucchero al One & co e Jammin club, entrambi a Montesilvano.

Nel chietino, invece, si festeggerà San Patrizio al Green Shark di Perano e al “Il Gatto e la Volpe” di San Giovanni Teatino.

Nel teramano si fa notare il parco San Lorenzo di Nepezzano, che organizza nel pomeriggio di sabato Saint Patrick’s Adventure, un campo avventura per bambini da 5 a 15 anni, con caccia al tesoro, accensione e gestione del fuoco, fino all’osservazione delle stelle. Sia venerdì che sabato musica live e intrattenimento anche per i genitori, compresa l’offerta di birra gluten free.

Festeggiano il Saint Patrick’s Day anche l’Old Sponge di Alba Adriatica, con un live per serata (da domani a domenica), il Baraonda di Silvi e il Ricks by Splash di Martinsicuro. A Teramo, invece, l’attenzione è rivolta alla tre giorni – che culmina naturalmente con la serata del 17 marzo – del ristopub James Joyce.

Infine, anche se non si esibiscono con l’esplicito intento di festeggiare il Saint Patrick’s Day, in un tour regionale all’insegna di musica e birra gli avventori più o meno sobri potranno anche far tappa ai concerti live di Sud Sound System al Madé, nei pressi della stazione dell’Aquila, e dei mitici Dik Dik al ristorante La Cascina di San Vito Chietino (Chieti).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.