I MASSARI SI DIVIDONO E LA STORICA CANTINA DEL BOSS RIAPRE “A METÀ”


L’AQUILA – Riapre “a metà” la storica cantina de Ju Boss, dall’inizio del secolo scorso punto di riferimento per generazioni di aquilani. Per diverse visioni commerciali dei figli dei titolari Franco e Giorgio Massari, rispettivamente Mariano, da un lato, e Pierluigi e Fabrizio dall’altro, si starebbe andando verso la divisione di una delle prime attività che ha commerciato vino in città.

L’enoteca si appresta così a riaprire su iniziativa di Mariano, utilizzando solo il salone che si affaccia su piazza Regina Margherita, con le due porte vetrate accanto alla fontana del Tritone, rispettando le vecchie tradizioni e con un’impostazione che ricorda quella delle origini.

Resterà, almeno per ora, escluso l’affascinante salone centrale con ingresso in via Castello, con l’imponente bancone di legno e l’ampio camino in pietra, mentre continuerà la vendita – ma non la mescita, da quanto appreso – Ju Boss 2.0, aperto di fronte, sempre su via Castello, durante i lavori di ristrutturazione post-terremoto del locale storico.

La Cantina de Ju Boss, nei decenni anche distribuzione di vini, è sempre stata punto di riferimento per chiunque volesse bere un bicchiere in compagnia, o anche da solo, in un ambiente familiare e accogliente. Non ha mai tradito le caratteristiche originarie, neanche quando ha ampliato – e di molto – il suo pubblico, mantenendo fede alla vecchia cantina che al buon bicchiere accompagnava il “mitico” panino con la frittata o le immancabili uova sode che facevano bella mostra in un contenitore cilindrico di vetro sul bancone. (m.sig.)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.