IL LIDO BIANCO DI FRANCAVILLA AL MARE È IL QUARTO BEST BEACH BAR ITALIANO


FRANCAVILLA AL MARE – Atmosfera ricercata e accogliente, dove la cura del dettaglio e la qualità dell’offerta gastronomica e dei servizi vanno di pari passo con il sentirsi a casa. Al Lido Bianco Beach Club di Francavilla al Mare (Chieti) c’è tutto questo e gli è valso il riconoscimento di quarto Best Beach Bar italiano.

Lo stabilimento balneare, creato nel 1993 dai fratelli Mauro e Germana Cioffi, ha sfiorato, per appena nove voti di scarto, il podio nel concorso Best Beach organizzato, da quattro anni, da Mondo Balneare, il portale di riferimento del settore turistico balneare, in collaborazione con Italian Exhibition Group e con il patrocinio di Fiba-Confesercenti e Sib-Confcommercio.

Oltre mille strutture, su tutto il territorio nazionale, hanno presentato la propria candidatura inviando una foto o un video, un testo descrittivo e i propri dati.

Il resto lo ha fatto il pubblico che, esprimendo un like ai lidi preferiti, ha decretato la classifica dei bagni più apprezzati d’Italia. In due mesi sono stati oltre 150 mila i voti espressi nel complesso.

“Questo per noi è stato un bellissimo risultato – racconta Mauro a Virtù Quotidiane –, del tutto inaspettato. Il concorso era aperto dal 20 giugno al 31 agosto. Abbiamo avanzato la nostra candidatura il 31 luglio, trovandoci al momento dell’iscrizione già con un distacco di quasi 4.000 preferenze con gli stabilimenti più votati”.

In appena un mese di votazione, grazie ad un’intensa attività di comunicazione con tutti i clienti, Germana, Mauro e la loro affiatata squadra sono riusciti ad accaparrarsi il quarto posto della classifica con ben 12.919 preferenze, appena nove sotto lo stabilimento terzo classificato.

Nella categoria Beach Bar infatti, al primo posto troviamo il Singita Miracle Beach a Fregene nel Lazio con 15.476 voti, al secondo il Rilcado Beach di Chiatona in Puglia con 14.170 voti e al terzo il Cafè Set Beach Platamona in Sardegna con 12.928 voti.

“Da circa tre anni – dice ancora Mauro – ci stiamo caratterizzando sempre di più, cercando di dare una identità precisa alla nostra attività. Abbiamo voluto creare un posto dove l’accoglienza ricopre un aspetto importantissimo e la differenza la fa davvero un sorriso. Abbiamo cercato di creare un’offerta ampia, dando attenzione al food, al mondo dei drink, con un intrattenimento costante, con musica dal vivo, mercatini dell’hand made”.

“Quest’anno, inoltre, abbiamo riservato una piccola porzione della spiaggia al noleggio giornaliero. Il Lido Bianco – spiega l’imprenditore balneare – è un luogo allegro, piacevole, dove stare spensierati. Un posto alla mano dove sentirsi libero”, come recita anche l’hashtag creato per l’estate dai fratelli Cioffi.

L’oscar delle migliori spiagge ha previsto anche altre due categorie.

Quella dei Best Beach Design, ossia gli stabilimenti balneari dotati di strutture architettoniche innovative e arredamenti outdoor di pregio, assegnata dal pubblico al Singita Marina di Ravenna (Emilia-Romagna) – 8.793 voti; Lido Sabbia D’oro beach club (Scanzano, Basilicata) – 8.261 voti; Punta Pennadio Lido (Bacoli, Campania) – 483 voti.

Terza categoria il Premio Best Italian Beach, ovvero i tradizionali e tipici stabilimenti balneari all’italiana, quest’anno tutta pugliese.

Dietro al lido Cala San Giovanni di Polignano con 15.049 voti si sono infatti classificati al secondo posto La Roca Solarium Beach di Manfredonia (9.488 voti) e al terzo posto la Spiaggia Azzurra di Rodi Garganico (4.575 voti).

Il primo premio assoluto “Best Beach” è stato assegnato da una giuria di esperti, composta da Mauro Oddone (direttore Mondo Balneare), Mattia Migliavacca (brand manager Sun Beach&Outdoor Style), Corrado Luca Bianca (direttore Fiba-Confesercenti) e Andrea Cauli (ufficio stampa Sib-Confcommercio), al Warung Beach Club sulla spiaggia di Masua, nella paradisiaca Costa delle Miniere in Sardegna.

Infine la giuria ha scelto di assegnare un “Premio speciale per la tenacia” al Peperittima, lo stabilimento di Milano Marittima distrutto dalla violenta tromba d’aria che ha colpito la località lo scorso 10 luglio.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021