L’APERITIVO DELLA VIGILIA? PERCHE’ NON ANCHE A PASQUA! L’AQUILA PROVA A BISSARE


L’AQUILA – Perché solo alla vigilia di Natale e non anche a quella di Pasqua?

È nata da questa domanda l’idea di AbruzzoWeb, raccolta dal Nero Caffè dell’Aquila, di riproporre in chiave pasquale il celebre aperitivo che il 24 dicembre di ogni anno riempie di persone il centro storico dell’Aquila per l’ormai tradizionale aperitivo della vigilia.

Iniziativa che ha subito conquistato il plauso della Confcommercio: “Tutte le iniziative per riconquistare il centro dell’Aquila sono sempre positive e vanno incoraggiate e diffuse – dice il direttore Celso Cioni – splendida l’idea di organizzare un aperitivo della vigilia di Pasqua come quello del 24 dicembre!”.

Il locale di corso Vittorio Emanuele apre così domani dalle 10 del mattino a oltranza per dare agli aquilani un’opportunità di ritrovarsi e scambiarsi gli auguri.

Anche altri esercizi saranno aperti, sposando l’idea, e per Cioni “si sta riproponendo quella bella idea che per anni il Bar Gran Sasso di Mario Maccarone ha proposto, una colazione pasquale per tutti gli aquilani”.

All’insegna della tradizione il menu, come confermano i titolari del locali, i fratelli Aldo, Luca e Marco Piccinini.

“Ci saranno pizza di pasqua e salumi aquilani, per chi vuole il pane casereccio, e poi, sempre all’insegna del menu tipico di questi giorni, uova sode e ancora frittata, pane e olio e così via”, spiegano.

“Ci sarà musica dalla mattina alla sera, un bell’ambiente dove ritrovarsi e riconquistare la socialità cui puntiamo per riempire il centro ogni volta che si può”, concludono.

L’idea dell’iniziativa, di cui AbruzzoWeb è media partner, ha riscosso subito un grande successo con tam tam sui social e decine di apprezzamenti e condivisioni.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.