L’AQUILA, UN ANNO DI “FRATELLI”: UN “CONCERTONE” IN OMAGGIO AL FORMAT LIVE


L’AQUILA – Il ritmo, i testi, l’energia di un istante. Un assetto minimale da palco: sgabello, chitarra, pianoforte. Note assortite, tra ore di prova e improvvisazione. Nei suoi primi dodici mesi di vita, sul piccolo palco di “Fratelli – il Bacaro” si sono alternati quasi cento artisti, se si contano anche i musicisti di supporto. Tanti nomi piccoli e grandi dell’underground cittadino, accanto a ospiti ben stagionati, come Erriquez dei Bandabardò, Pino Marino o Tricarico.

Giovedì 12 aprile, a un anno esatto dall’inaugurazione, ci sarà un lungo concerto in omaggio al “Fratelli live”, il format dal vivo che ha scandito la vita del locale, a ritmo di uno o due concerti a settimana, almeno.

Tutto è nato da un’idea dei fratelli Pierluigi e Gianluca Ferrini, titolari del locale di via Roio, a due passi da piazza Duomo.

Insieme hanno coinvolto Francesco Di Cicco, cantautore, anche lui nella line up della serata, insieme al contrabbassista Fabrizio Pierleoni.

Giovedì c’è la serata anniversario, a partire dalle 18, con l’esibizione di tanti artisti che hanno già calcato la scena in questo primo anno. Una lunga scaletta che vede impegnati anche Riccardo Amadei e les Patis, Jimmy Ingrassia, Fabio Iuliano, Fabrizio De Melis, Annalisa Andreoli, Marco Rotilio, Simone Coccilia, Les Petits Papiers, Marco Sonaglia, Fernando Alba, Luca Tudisca, Giuseppe Signori e Annalisa Panone, Vincenzo Salamone.

Ad accogliere gli artisti, l’atmosfera di sempre: quella di un piccolo locale ma curato e accogliente dove assaggiare prodotti tipici. Quello che si nota è la qualità dei prodotti utilizzati ed anche il giusto accostamento di diversi sapori. (red.)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020