L’ORTO DA APPARTAMENTO ARRIVA IN ABRUZZO, ECCO LE SERRE DA INTERNO “MIOBIO”


PESCARA – Si presenta come un frigorifero dal design glamour. È la nuova frontiera per creare un piccolo orto al chiuso, adatta a un appartamento dalle linee ultramoderne, ma anche a cocktail bar e ristoranti.

Già realtà all’estero e nelle grandi metropoli italiane, MioBio sbarca in Abruzzo e lo fa grazie ad Alessandro Di Felice.

Classe 1977, produttore cinematrografico e televisivo, Alessandro ha appena ottenuto l’esclusiva per portare in regione l’idea sostenibile dell’artigiano toscano Corrado Sperduti.

Insieme alla moglie Monica e al fratello Leonardo, Corrado, titolare di un’azienda nel settore ferroviario, ha creato il suo progetto “innovativo ed ecosostenibile – racconta a Virtù Quotidiane – . Abbiamo la fortuna di vivere immersi nelle campagne toscane del borgo medioevale Tignano e volevamo dare qualcosa a chi vive in appartamento, portando nelle case l’incanto della forza della natura”.

Nasce così l’idea di MioBio, una serra da interno, “adatta a privati che vogliono mangiare sano, a chi vuole coltivare un hobby, ma anche a ristoranti, cocktail bar, case di riposo, scuole private”.

Questo modernissimo ed eco friendly elettrodomestico consente di attrezzare un piccolo orto con poche e semplici mosse e permette di coltivare qualunque cosa, senza porre limiti alla fantasia.

Si compone di quattro vasi modulabili con terriccio che possono essere seminati in tutta la loro superficie o parzialmente. Il resto lo fanno, come in natura, la luce, l’acqua e l’aria.

Da perfetta idea innovativa, tutto è automatizzato e regolabile attraverso un’app che permette di controllare per un mese il proprio orto, anche stando lontani.

MioBio possiede un serbatoio da 20 litri di acqua, il cui apporto è regolabile per ciascun ripiano. Si possono selezionare fino a 5 cicli di irrigazione, organizzati per garantire un risparmio idrico ottimale.

Con il vetro frontale le piantine coltivate restano sempre a vista, illuminate da una luce rosa, adatta a stimolare la fotosintesi clorofilliana. Anche in questo caso l’illuminazione è regolabile per ciascun ripiano.

Infine la ventilazione non riguarda solo l’interno di MioBio. Il sistema sfrutta la temperatura di casa, arrivando a depurare in 24 ore tutta l’aria di un bilocale, nei principi dell’aromaterapia.

“L’unico elemento imprescindibile – sottolinea Corrado – è essere pronti a far entrare la natura in casa”.

Di certo si è sentito pronto l’abruzzese Alessandro Di Felice che, innamorato a prima vista di Mio Bio, lo scorso novembre, quando ha scoperto per la prima volta questa speciale serra da interni nella fiera Arte-Casa di Lugano, ha voluto portarla in Abruzzo.

Ideatore del progetto Da zero a Boh, docufilm che ha come protagonisti J-Ax e Fedez, realizzato in collaborazione con il gruppo Espresso, insieme a Ernesto Assante, Di Felice nel 2016 ha fondato la sua casa di produzione televisiva, 1 Way Entertainment con la quale, tra i diversi progetti in fase di realizzazione, ha prodotto My Generation, un format in onda attualmente su Real Time, che ha visto come protagonisti nomi del calibro di Fiorella Mannoia, Mario Biondi, Paola Turci, Chiara Galiazzo e Elodie.

“Ho girato tantissimo sia l’Italia che il mondo per lavoro – specifica – e credo che la nostra regione sia matura imprenditorialmente e socialmente per questa novità. Vengo dal mondo televisivo e ho visto MioBio come un nuovo format da lanciare e da promuovere. Immagino tutti i locali della nostra bellissima riviera, ad esempio, con queste serre. Non si tratta solo di un oggetto funzionale, ma è anche un elettrodomestico dal design bellissimo e poi è perfettamente in linea con l’attenzione alla sostenibilità che oggi è imprescindibile dalle nostre vite”.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.