“MUSICAVIVA”, TORNA IN CENTRO LA “FACTORY” DELLA MUSICA AQUILANA


L’AQUILA – “Marcè, ma quand’è che riapri?”. Nei mesi immediatamente successivi al sisma che ha colpito L’Aquila, Marcello Bernardi, come molti aquilani, risiedeva temporaneamente negli alberghi della costa abruzzese: ogni giorno, ragazzi e ragazze, clienti abituali del suo negozio di musica nel cuore del centro storico, gli facevano sempre la stessa domanda.

Un affetto che portò Marcello a cambiare l’idea iniziale di non riaprire, rimboccarsi le maniche e rialzare la saracinesca del suo negozio di strumenti musicali.

Undici anni e diversi traslochi dopo, “MusicaViva” torna nel centro storico dell’Aquila, al numero 15 di Via Indipendenza, giusto accanto a Piazza Duomo.

Una grande notizia per tutti gli appassionati, musicisti esperti e dilettanti alle prime armi, che trovano da molti anni ormai nel negozio di Marcello il proprio punto di riferimento.

“È un’emozione molto forte tornare qui in centro, in quella che è la nostra casa”, dice Bernardi a Vq. “Un misto di gioia dopo tanti anni di sacrifici mista a paura per la difficile situazione attuale, piena di incertezze sia nel presente che nel futuro. Dopo il sisma, la mia idea era quella di non riaprire. L’affetto della gente che mi ha accompagnato per tanti anni mi ha spinto ad andare avanti. Con tanto impegno e sacrificio, senza l’aiuto di nessuno se non di chi vuole bene a me e a quest’attività, ci tengo bene a sottolinearlo, siamo finalmente tornati a casa”.

Locale nuovo, con due piani e senza il laboratorio artigianale di Massimiliano Etere, rimasto in Via Lanciano, e la stessa voglia di proporsi come punto nevralgico attorno al quale orbita la scena musicale locale.

“Più che un negozio, il mio era un club” afferma Bernardi. “Voglio riportare qui lo stesso spirito di sempre, un centro per musicisti ma anche e soprattutto per chi è alle prime armi. Anni fa all’Aquila c’erano tante band, la scena musicale era in pieno fermento, oggi punto a far divenire ‘Musica Viva’ la casa base per tutte le band e gli artisti della città, vecchi e nuovi”.

Il protocollo anti-Covid vigente non ha consentito di organizzare un evento d’inaugurazione, che avrà luogo non appena ci saranno le condizioni.

“Sarà una giornata di festa all’insegna della musica con la possibilità per tutti di portare il proprio strumento e suonare, che spero segni il primo passo verso un ritorno alla normalità”.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021