NAVELLI DIECI ANNI DOPO TRA INSTALLAZIONI, CONCERTI E MOMENTI DI CONDIVISIONE


NAVELLI – Tre giorni di eventi per ricordare la tragedia del terremoto che 10 anni fa ha colpito il centro di Navelli, Civitaretenga, il comune dell’Aquila e gli altri paesi del cratere. Il ricco calendario è stato realizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro loco, le scuole e l’università di Parma.

“Il decennale del sisma”, dice in una nota il sindaco Paolo Federico, “rappresenta un momento importante per il ricordo e la commemorazione delle vittime e uno stimolo per guardare al futuro e andare avanti”.

Le attività prenderanno il via il 5 aprile alle ore 10,30 con l’esposizione dell’installazione il Terzo Paradiso coniato dall’artista Michelangelo Pistoletto e realizzato dagli alluni della scuola secondaria di primo grado di Barisciano, San Pio Delle Camere e Capestrano.

Alle 11,30 concerto musicale per il Terzo Paradiso che vedrà protagonisti gli alunni della scuola di Barisciano. L’iniziativa sarà propedeutica alla fiaccolata che, dopo il raduno delle 03,15 della notte del 6 aprile in piazza Sant’Egidio nella frazione di Civitaretenga, e dopo un momento di ricordo alle ore 03,45, partirà alla volta di Navelli.

Alle ore 11,00 sarà celebrata la Santa messa presso la chiesa di San Sebastiano e alle ore 16,30, nella sede municipale si terrà un momento di raccoglimento collettivo e di riflessione con il sindaco Federico dal titolo “6 Aprile. 2009 /6 aprile 2019 ricordi e riflessioni”.

Alle 18,00 un concerto commemorativo nella sede del municipio. Quest’ultimo sarà tenuto dall“Istituzione Coro di Voci Bianche” della Società Aquilana di concerti Bonaventura Barattelli, per la direzione di Stefano Baiocco e l’esibizione del Quintetto Gigli formato da Luca Mengoni e Stefano Corradetti ai violini, Vincenzo Pierluca e Federico Perpich al violoncello e Emiliano Macrini, contrabasso Andrea De Santis tastiera.

Le attività per commemorare i drammatici momenti legati al sisma si concluderanno domenica 7 aprile con il convengo “La ricostruzione di Navelli, una storia vivente”. Appuntamento alle ore 16,00 nella sala consiliare del Comune con il seguente programma che prevede l’introduzione e i saluti da parte del sindaco Paolo Federico e dell’ex primo cittadino di Navelli Paola Di Iorio in carica dal 2010 al 2015.

A seguire l’intervento di Antonio Montepara professore ordinario in costruzione strade, ferrovie e trasporti dell’Università di Parma che tratterà gli aspetti legati al contributo della Dia al comune di Navelli.

Il piano di ricostruzione deliberato il 30 giugno 2012 sarà il tema affrontato da Paolo Ventura professore ordinario di urbanistica nell’Università di Parma. La professoressa Barbara Caselli sempre dell’Ateneo dell’Emilia Romagna affronterà il tema “I contenuti della pubblicazione”, mentre la professoressa Silvia Rossetti, ricercatrice di urbanistica nell’Università parmense, illustrerà la valutazione di vulnerabilità del sistema stradale storico.

A seguire, Martina Carra, dottoranda in ricerca urbanistica e Marco Cillis professore di architettura affronteranno il tema delle prospettive del parco archeologico.

Di seguito è previsto l’intervento di Raffaele Fico, titolare dell’Usrc per una panoramica sullo stato di attuazione della ricostruzione e di Claudia Genitti, funzionario dell’Usrc per la pianificazione della ricostruzione nei centri storici del cratere, spazio alle aree interne con l’intervento dell’assessore regionale delegato Guido Quintino Liris.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021