PIENONE ALLA MOSTRA MERCATO PER I TRENT’ANNI DI PARCO SIRENTE VELINO


ROCCA DI MEZZO – I trent’anni di vita del Parco naturale regionale Sirente Velino non potevano essere festeggiati meglio di così. Oltre seimila visitatori si sono susseguiti nei tre giorni della Mostra Mercato nella propria sede a Rocca di Mezzo (L’Aquila), dal 9 all’11 agosto, con grande soddisfazione sia da parte dei produttori ed artigiani che dell’intera Comunità dei sindaci del territorio protetto.

La sedicesima edizione, con la partecipazione del proprio Centro di Educazione Ambientale, è stata incentrata sul tema dello sviluppo armonico tra realtà socio-economiche e significato di area protetta, a dimostrazione della possibile convivenza tra popolazioni, vita reale e tutela ambientale e la presenza di un gran numero di espositori del territorio ne è la prova tangibile.

La kermesse – si legge in una nota del Parco – è servita per promuovere un turismo consapevole e rispettoso dell’ambiente e della propria persona.

Il convegno sulla sicurezza in montagna ha visto la partecipazione del vice presidente della Giunta regionale con delega a Parchi e Riserve, Emanuele Imprudente e di esperti di settore sulla “Sicurezza in Montagna”, Guide Alpine e Accompagnatori regionali di Media Montagna, medici del Soccorso Alpino ed è stato il luogo idoneo per affrontare tematiche importanti per un Parco, sicurezza dei sentieri, responsabilità personali, descrizione dei pericoli e percentuale e tipologia di incidenti e soccorsi e si è parlato anche delle prospettive future del Parco regionale.

“Non si può non essere soddisfatti: la presenza di un pubblico così numeroso, la varietà di prodotti ed espositori, le diverse attività così organizzate, compresa la visita guidata della villa Cidonio e la riapertura del Centro visita del Camoscio a Rovere” sottolinea il commissario del Parco Igino Chiuchiarelli, “sono stati il giusto corollario per iniziare i festeggiamenti per il trentennale e per aprire una nuova stagione. Voglio ringraziare il Centro di Educazione Ambientale per la professionalità e disponibilità, tutti i dipendenti, che hanno partecipato, in un sinergico lavoro di squadra, e i Sindaci della Comunità del Parco e l’assessore Emanuela Imprudente per il manifesto apprezzamento espresso sul lavoro da me fin qui condotto. Ad majora”.