PORCHETTA DA ASPORTO MA LA MANGIANO DAVANTI AL NEGOZIO


PRATOLA PELIGNA – Porchetta, pizza bianca e mortadella. Una tradizione che i pratolani non perderebbero per nulla al mondo, durante la festa dedicata alla Madonna della Libera.

Ma in tempo di coronavirus il rispetto della tradizione è costato caro a un negozio di alimentari accontentare i numerosi clienti che si erano fermati per acquistare, per asporto, come previsto dalla normativa, la porchetta e la pizza bianca.

I clienti infatti hanno avuto la cattiva idea di consumare il prelibato panino davanti all’alimentari.

Una scena che non è passata inosservata ai carabinieri della stazione di Pratola Peligna i quali non hanno potuto far altro che contestare la violazione delle norme anticoronavirus, stabilite dal Dpcm, che prevede di poter acquistare prodotti alimentari dai negozi, ma da consumare rigorosamente a casa.

Al negozio è stata inflitta una sanzione di 400 euro, più la chiusura dell’attività per cinque giorni.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021