SAN LORENZO, PER LE STELLE CADENTI OCCHI AL CIELO E CALICI DI VINO


ROMA – Spettacolo assicurato anche quest’anno, con il cielo di agosto attraversato dalle scie brillanti delle stelle candenti. Se tradizionalmente si chiamano “Lacrime di San Lorenzo”, il loro picco è previsto come ogni anno uno o due giorni più tardi rispetto al 10 agosto.

È da oggi, comunque, che prendono il via in tutta Italia decine di iniziative per godere al meglio lo spettacolo del cielo più atteso dell’estate.

Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia le associazioni che riuniscono gli appassionati del cielo, come l’Unione Astrofili Italiani (Uai), organizzano serate di osservazione; parallelamente, come avviene ormai da alcuni anni, queste serate sono abbinate a “Calici di Stelle”, la manifestazione enogastronomica promossa il 10 agosto dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione nazionale Città del Vino.

Oltre cento gli appuntamenti in programma in tutta Italia, confidando nel cielo sereno di questi giorni.

“Sempre di più il turismo enogastronomico si sta abbinando all’astronomia, che diventa un attrattore”, ha rilevato Paolo Volpini, della Uai.

Si degusteranno quindi ottimi vini e si assaggeranno cibi tipici in attesa di cogliere le prime scie delle meteore attraversare il cielo.

“Ancora più del solito – ha proseguito Volpini – le stelle cadenti di faranno attendere e per poterle osservare è necessario aspettare la seconda parte della notte”.

A rubare la scena alle Perseidi sarà la Luna oltre il primo quarto, impegnata in una spettacolare danza con i pianeti.