TASSA SULL’IRRIGAZIONE, PER IL CONSORZIO ATERNO SAGITTARIO DEVE PAGARLA ANCHE CHI NON INNAFFIA


L’AQUILA – Il canone che versa chiunque sia proprietario di un terreno agricolo è assimilato a una tassa vera e propria, che si è dunque tenuti a pagare sia che si utilizzi l’acqua per l’irrigazione sia che si tenga incolto il terreno senza sfruttare la risorsa idrica.

È quanto ribadisce Sergio Iovenitti, il commissario del Consorzio di bonifica Aterno Sagittario, che gestisce le reti irrigue di parte dell’Aquilano, Valle del Tirino, bassa Valle dell’Aterno e Valle Peligna, dopo le proteste di amministratori, proprietari e coltivatori della zona dell’Altopiano di Navelli e della Valle del Tirino che si sono riuniti sabato scorso a Ofena (L’Aquila) per denunciare il fatto che molti si ritrovano costretti a pagare la tassa irrigua pure senza utilizzare l’acqua.

Iovenitti fa anche sapere che la sentenza della Corte costituzionale che darebbe manforte ai coltivatori, a cui hanno fatto riferimento i sindaci di Ofena, Antonio Silveri, e Navelli, Paolo Federico, esula dal pagamento solo i proprietari di quei terreni che il Consorzio non riesce a servire con l’acqua irrigua.

Da alcune verifiche incrociate starebbe poi emergendo che per molti terreni per i quali i proprietari accedono a contributi da parte dello Stato e della Regione, non vengono pagati i canoni consortili. Per questo, attraverso la società di riscossione Soget, il Consorzio si appresta a recuperare le somme dovute.

A farsi promotore della protesta degli agricoltori è stato Dino Rossi, del Comitato spontaneo degli allevatori (Cospa)

“I sindaci”, ha detto Rossi, “sono d’accordo per aprire un tavolo in Regione con l’assessore e il commissario del Consorzio Iovenitti. Per il momento non pagheremo le bollette per poi poter effettuare l’opposizione alle cartelle e superare anche le logiche delle associazioni di categoria che sino adesso non hanno voluto risolvere il problema”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.