“TRAMONTI APARTMENTS”, A POGGIO PICENZE UNA CASA VACANZE CHE CREA SINERGIE PER RILANCIARE IL TERRITORIO


POGGIO PICENZE – Chi decide di investire nel turismo lo fa sicuramente per buona volontà, ma anche per passione e per curiosità: quella di conoscere nuove persone e, magari, approcciare a nuove usanze e culture.

E la passione e la curiosità, unite a calore, competenze e anche una buona dose di impegno quotidiano, sono tra le caratteristiche principali del lavoro portato avanti da Valentina Miconi e Vincenzo Sponta, che dal dicembre scorso hanno aperto a Poggio Picenze (L’Aquila) “TraMonti Apartments”, una struttura  che ospita visitatori italiani e stranieri, con l’obiettivo di “offrire un’esperienza di visita completa facendo ‘rete’ e coinvolgendo quanti più operatori possibili, in modo da promuovere tutto il territorio e costruire un’offerta in chiave positiva dei nostri luoghi”.

Dalla cura e la semplicità degli ambienti allo stesso nome che richiama il verde tipico d’Abruzzo, non a caso Tramonti Apartments rispetta in tutto e per tutto l’anima e l’identità dei suoi proprietari, innamorati della natura che circonda il paese e le sue zone limitrofe e orgogliosi della forte vocazione familiare che contraddistingue una struttura, ormai sempre più specializzata nel settore dell’accoglienza.

“Inizialmente abbiamo deciso di sperimentare con l’apertura dei primi appartamenti, in modo da sondare il terreno e regolarci di conseguenza – raccontano a Virtù Quotidiane -. In poco tempo, però, ci siamo resi conto che, turisticamente parlando, il nostro territorio sta man mano acquisendo importanza fuori dai confini regionali e, anche in previsione dell’aumento di flussi turistici legati alla bella stagione, abbiamo deciso quindi di ampliarci man mano”.

Al momento, TraMonti conta circa dieci posti letto divisi per appartamenti. Tutti situati in una delle zone maggiormente frequentate, oltre che su una delle arterie principali del piccolo centro abitato, da qualche anno anche meta di appassionati di sport di montagna grazie alla presenza della Valle del Campanaro, un’autentica oasi naturale dove le associazioni locali si sono recentemente occupate di mettere a punto un percorso ciclistico, che è anche il primo in Italia ad essere destinato anche a persone con disabilità motoria, e una rete sentieristica che si sviluppa per circa 37 chilometri, paradiso per i trekker esperti o anche solo per gli appassionati. Un vero e proprio tesoro naturalistico, tra le altre cose peculiare per la presenza del rarissimo Dictamus albus, pianta spontanea che nel tempo ha richiamato sempre più visitatori, anche grazie alla sua posizione geografica.

“Una delle principali caratteristiche di Poggio Picenze – aggiungono i gestori di TraMonti Aprtments – è la facilità di spostamento rispetto a quelle che sono le maggiori attrazioni presenti sul territorio: dall’Aquila, ai borghi ricompresi all’interno del cosiddetto distretto della Baronia, passando inoltre per il Gran Sasso e gli impianti sciistici di Campo Imperatore o Campo Felice”.

Anche per questo, l’obiettivo dei due giovani è anche quello di collaborare con gli altri operatori del settore, “proprio al fine di promuovere il territorio e, a fronte delle effettive potenzialità turistiche, contribuire a sviluppare il comparto a più livelli”.

Sarà anche per questo che, probabilmente, la struttura ha registrato sin da subito numeri discreti, con visitatori arrivati anche da fuori i confini nazionale e, addirittura, da oltreoceano.

“Lavoriamo cercando di dare il massimo – concludono – e fornire tutto il supporto necessario al turista in arrivo, dando informazioni, consigliando i luoghi migliori da visitare e contribuendo alla costruzione dei tour, in modo da facilitare il soggiorno da noi e renderlo anzi il più piacevole possibile”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022