TURISMO LENTO, ALL’AQUILA INCONTRO DI SLOW FOOD SU CONTADINI E VIAGGIATORI


L’AQUILA – Il 2019 è per l’Italia l’anno del turismo lento, e come movimento ispirato alla lentezza, questa scelta non può che farci sentire particolarmente coinvolti – affermano gli esponenti locali di Slow Food che hanno organizzato un incontro all’Aquila per il 2 marzo – Il turismo lento equivale per noi ad una forma di viaggio che intende entrare in profondità nel rapporto con il territorio, fino a coglierne il senso più intimo.

E chi più dei contadini può aver fatto di questa esperienza una scelta di vita? Viaggiatori e contadini costituiscono perciò i due poli di una relazione che ha al centro la terra, in un tempo che non conosce velocità, ma solo ritmo.

Il nostro incontro-dibattito ci vedrà testimoni di questo incontro. Le presentazioni del volume di Andrea Ferraretto, LentaMente. 25 itinerari a piedi, in bicicletta, in treno per scoprire l’Italia più piccola, e della mostra fotografica di Flavia Amabile sui “Contadini volanti e altri eroi” saranno occasione per interrogarci sulla forza della lentezza come stimolo a partire dal quale ripensare un mondo altro possibile.

All’incontro seguirà un aperitivo con i prodotti del Mercato Contadino dell’Aquila, con un contributo di partecipazione di 12 euro (per i soci Slow Food) e di 15 per i non soci.

L’appuntamento è per sabato 2 marzo alle 18,30 al Museo sperimentale d’arte contemporanea (Muspac) dell’Aquila, in via Pasquale Ficara.

Previsti gli interventi di Giovanni Cialone di Slow Food, Martina Sconci direttrice del Muspac, oltre a quelli degli stessi Ferraretto e Amabile. Modera Rita Salvatore di Slow Food.