UN FILM DOCUMENTARIO RACCONTERÀ L’ENTROTERRA CON GLI OCCHI DEI RAGAZZI


MONTORIO AL VOMANO – Si è svolta questa mattina, al cineteatro comunale di Montorio al Vomano (Teramo), la presentazione del progetto “Paesedentro”, che prevede la realizzazione di un film documentario che racconterà le aree interne attraverso lo sguardo dei ragazzi. Si tratta di un’iniziativa che si inquadra nel Piano nazionale “Cinema per la scuola”, promosso da Ministero dell’Istruzione e Ministero dei beni culturali, per introdurre nelle scuole l’educazione al cinema e attraverso il cinema.

“Paesedentro” è un progetto di rete che coinvolge l’Istituto comprensivo Montorio-Crognaleto, capofila del progetto e il Liceo Artistico “Grue” di Castelli diretti da Eleonora Magno, l’istituto comprensivo Isola-Colledara-Tossicia diretto da Giovanna Falconi e l’Istituto comprensivo Civitella-Torricella diretto da Laura D’Ambrosio, dove il cinema e il suo linguaggio si fanno strumento per riscoprire le specificità, la forza e le potenzialità delle nostre aree interne disgregate, socialmente e culturalmente, dai gravi eventi naturali che le hanno colpite nel corso del 2016 e del 2017.

Attraverso un approccio sperimentale, ispirato alle riflessioni dello studioso e regista Alain Bergala, si chiederà ai ragazzi di esprimere, telecamere e cellulare alla mano, il proprio punto di vista sulla realtà, per la co-costruzione di un documentario che racconti – attraverso il loro sguardo – le modificazioni spaziali, sociali e umane prodotte dagli eventi sismici.

All’azione dei venti docenti tutor interni impegnati nelle attività didattiche e organizzative si affiancherà l’intervento di dodici esperti esterni formatori specializzati, fra i quali i registi Marco Chiarini e Maurizio Forcella, il compositore Gianluigi Antonelli e gli esperti Ilaria Fini e Dimitri Bosi, grazie al coinvolgimento di associazioni che vantano una lunga esperienza di collaborazione con le scuole sulla didattica del cinema, come l’associazione Cineforum Teramo e il Centro Atriano di ricerca Audio-Visiva.

L’Accademia delle Belle Arti di Urbino curerà la valutazione del percorso mentre la supervisione scientifica del progetto è affidata al regista Gianfranco Pannone, esperto nel campo del cinema documentario.

Il film (circa 60 minuti), che sarà sviluppato favorendo le relazioni e gli scambi tra gli 80 alunni coinvolti delle quattro scuole della rete, sarà pronto per l’autunno, quando verrà presentato con proiezione pubblica nelle piazze dei quattro Comuni coinvolti nel progetto.