VINITALY: CODICE CITRA LA REALTÀ PIÙ PREMIATA IN ABRUZZO DAL 5STARWINES


ORTONA – Codice Citra, la principale realtà vitivinicola abruzzese, ha ottenuto ben otto importanti riconoscimenti dal 5 StarWines–the Book, la selezione annuale di vini organizzata da Veronafiere. Il vincitore indiscusso di questa edizione è il Pecorino che, sia nella versione ferma sia in quella spumante, primeggia sul podio solitamente riservato al Montepulciano d’Abruzzo Doc. Infatti, l’Abruzzo Pecorino Doc Superiore “Ferzo” 2019 e lo Spumante Pecorino Brut Millesimato Metodo Classico “Fenaroli” 2017 hanno ottenuto entrambe una votazione di 93/100.

A seguire c’è il Montepulciano d’Abruzzo Doc “Bisanzio” 2019 che, con i suoi sentori di amarena e le note frutti di bosco, viola e spezie, ha conquistato i giudici internazionali al pari dello storico Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva “Caroso” 2015, entrambe hanno ottenuto un punteggio di 92/100. Per arrivare ai vini che hanno avuto una valutazione di 90/100 tra cui spiccano l’Abruzzo Passerina Doc Superiore “Ferzo” 2019, le bollicine Metodo Martinotti, con il Pecorino Spumante Brut “RINO” e Metodo Classico con il Pecorino Millesimato “Fenaroli” 2015 e il Montepulciano d’Abruzzo Doc “Palio” 2017.

“Siamo molto contenti di questo ricco medagliere – dice in una nota Valentino Di Campli, presidente di Codice Citra – . Essere la realtà più premiata in Abruzzo ci riempie di orgoglio e sottolinea, ancora una volta, il nostro impegno nella ricerca enologica orientata alla sostenibilità e al miglioramento della qualità delle nostre uve. Voglio ringraziare tutto il Codice Citra Wine Team per gli sforzi fatti in questi anni e la passione nel loro lavoro, soprattutto per far apprezzare e conoscere i nostri vitigni autoctoni”.

“Prima di tutto, ci tengo a ringraziare i colleghi di Codice Citra e i tecnici, agronomi ed enologi, delle cantine associate. I risultati raggiunti sono stati possibili grazie al lavoro di squadra del Codice Citra Wine Team – afferma Davide Dias, responsabile tecnico di Codice Citra – . Finalmente, l’impegno di questi anni sta portando i frutti desiderati, ma noi non ci fermiamo e, anzi, continuiamo con entusiasmo a migliorarci. Abbiamo deciso di ripartire dalla vigna, “mappare” tutti i vigneti ed essere sempre di più a stretto contatto con i soci vignaioli per favorire una viticultura sostenibile. Lavorando tutti insieme riusciamo a monitorare al meglio l’intera filiera produttiva «dalla vigna alla bottiglia» e garantire la tracciabilità delle uve, indispensabile per realizzare produzioni di alta qualità e per la trasparenza nei confronti dei consumatori”.

Il 5StarWines-the Book, giunto alla quarta edizione, ha visto la partecipazione di più di 2.000 vini alla Selezione; di questi, 848 sono stati selezionati e quindi inseriti nella guida 5StarWines – the Book. Al fine di adempiere alle disposizioni in materia di salute e sicurezza istituite per contrastare la diffusione del COVID-19, la degustazione alla cieca si è svolta in maniera “agile”, ovvero, i campioni di vino sono stati spediti ai giudici internazionali selezionati, i quali hanno degustato alla cieca connessi in video conference dal proprio Paese di residenza ed espresso la valutazione tramite WebApp, poi coordinata e supervisionata dal team d’istanza a Verona.

Codice Citra, fondata nel 1973, raggruppa nove cantine della provincia di Chieti, ed è la principale realtà produttiva vitivinicola d’Abruzzo, che unisce tecnologia, controllo e competenze di una grande azienda alla qualità e alle peculiarità del lavoro tradizionale di 3.000 famiglie di soci vignaioli che coltivano 6.000 ettari di vigneti.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.