VOGLIA DI USCIRE, IN TANTI IN GIRO A PESCARA MA LITORALE OFF LIMITS PER 25 APRILE E PRIMO MAGGIO


PESCARA – Il clima primaverile e l’avvicinarsi del 4 maggio, data associata da molti al termine del lockdown, fanno tornare ai pescaresi la voglia di uscire e passeggiare: tanta, ieri, la gente in giro per la città, un po’ in tutte le zone, dal centro ai Colli.

Anziani, famiglie, bimbi che giocano e persone in bici – tutti con la mascherina sul volto – in una delle località con le restrizioni più rigide d’Italia, grazie ad apposite ordinanze del sindaco.

Lungo le vie dello shopping la situazione non è di certo paragonabile al viavai che c’era prima dell’emergenza, ma in giro ci sono decine di persone, nonostante la presenza delle forze dell’ordine.

Per oggi e per il primo maggio, come già avvenuto durante le feste di Pasqua, i primi cittadini di Pescara e Montesilvano (Pescara) hanno di fatto “blindato” 13 chilometri di spiaggia e di lungomare: vietato accedere alla battigia, vietate le passeggiate, vietato andare in giro con la bici o in monopattino.

Anche la Prefettura ha annunciato che, in occasione dei giorni di festa, i controlli verranno intensificati.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022