A PESCARA “ANTROPOLAROID”, TINDARO GRANATA PER LA PRIMA VOLTA IN ABRUZZO


PESCARA – Domenica 9 febbraio alle 18, al teatro Cordova di Pescara, va in scena “Antropolaroid” di e con Tindaro Granata. Uno spettacolo molto atteso anche perché per Granata, che ha fatto incetta dei principali riconoscimenti teatrali (dal Premio “Associazione nazionale critici” all’Ubu, l’Oscar del settore) è il debutto assoluto in Abruzzo.

Lo spettacolo rientra nel cartellone del festival “La Cultura dei Legami”, ideato e diretto da Edoardo Oliva del Teatro Immediato in collaborazione con la fondazione Aria, il Comune di Pescara, il Tsa e la Laad.

Biglietti: intero 12 euro, ridotto 10. Possibile acquistarli con la carta docente. Consigliata la prenotazione al 333-6530249. Prevendita in Via Campobasso 18 a Pescara (Teatro Immediato il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17,30 alle 19,30.

Con un titolo che fonde la ricerca antropologica e lo scatto fotografico, Antropolaroid è una creazione teatrale ricolma di molteplici emozioni e suggestioni, una vertigine prismatica di recitazione, narrazione, concretezza e universalità, ritmo avvolgente.

Tindaro Granata, enfant terrible dei nostri palcoscenici, attraversa qui i decenni vestendo numerosi ruoli e configurazioni anagrafiche: è indifferentemente maschio e femmina tra giochi, balli, lavoro, relazioni familiari e paure.

Antropolaroid è un vortice di discorsi, legami e situazioni cangianti; è lui da solo, ma è come se fossero in tanti. Una delle novità di questo spettacolo sta nell’utilizzo di una tecnica antica come quella del “cunto”, che viene disarticolata, scomposta e il meccanismo del racconto più o meno lineare viene così sostituito dalla messa in scena dei dialoghi tra i personaggi del racconto. Non vengono narrati i fatti, ma i protagonisti parlano tra loro e danno vita alla storia, che cattura e ti porta via.

Il festival “La Cultura dei Legami” proseguirà giovedì 13 febbraio alle 21, in questo caso al teatro Circus di Pescara, con “L’Arminuta”, di e con Lucrezia Guidone, tratto dall’acclamato romanzo di Donatella Di Pietrantonio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021