“ABRUZZO DAL VIVO”, LE NOTE DEI SOLISTI AQUILANI A CAMPOTOSTO


CAMPOTOSTO – Volge al termine “Abruzzo dal vivo”, la manifestazione che ha dato vita ad un cartellone di circa settanta eventi, con l’intento di rivitalizzare e riscoprire una parte del territorio colpito dal terremoto. quello rappresentato dai 23 comuni del cratere sismico 2016-1017.

Il festival è un’iniziativa finanziata dalla Direzione generale Spettacolo del Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo e organizzata dalla Regione Abruzzo. Vede la presenza di numerose associazioni, e tra queste “I Solisti Aquilani” che il 18 luglio saranno a Campotosto (L’Aquila), che mostra ancora tutte le ferite del sisma che lo ha colpito e dove le macerie, che man mano vengono portate via, simboleggiano pezzi di case, di vite, di storie personali.

Ma anche un punto di partenza per poter tornare alla normalità. E normalità può essere anche un concerto tra le ferite.

Appuntamento presso la struttura Ana, mercoledì 18 luglio alle ore 21,00, con l’Ensemble al gran completo e il flautista Massimo Mercelli. La serata si apre con il Divertimento in fa magg. K 138 di Mozart, a seguire “Contrafactus” per flauto e archi di Giovanni Sollima, “Jade Concerto” per flauto e archi di Richard Galliano e infine ancora Mozart con Divertimento per archi in mi bemolle magg. K 137.

Massimo Mercelli, a soli 19 anni primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, è vincitore di prestigiosi concorsi tra cui il “Premio Francesco Cilea”, il “Concorso Internazionale Giornate Musicali” e il “Concorso Internazionale di Stresa”. Suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo: Carnegie Hall di New York, Herculessaal e Gasteig di Monaco, Mozarteum di Salisburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Concertgebouw di Amsterdam, Auditorium Rai di Torino, Victoria Hall di Ginevra, San Martin in the Fields e Wigmore Hall di Londra, Parco della Musica di Roma, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia, collaborando con artisti come Yuri Bashmet, Jean-Pierre Rampal, Krzsystoff Penderecki, Jiri Belohlavec, Albrecht Mayer, Gabor Boldowsky, Philip Glass, Michael Nyman, Massimo Quarta, Ennio Morricone, Luis Bacalov, Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Aurele Nicolet, Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Federico Mondelci, Jan Latham Koenig, Catherine Spaak, Susanna Mildonian, e con orchestre di chiara fama.

Appassionato della musica del nostro tempo, ha eseguito in prima esecuzione “Facades” di Philip Glass col compositore al pianoforte,oltre a prime esecuzioni di Nyman, Glass, Morricone,Penderecki, Bacalov che sovente gli hanno dedicato i brani. Nel mese di settembre 2012 è uscito il cd con l’integrale della musica per flauto di Philip Glass edito da “Orange Mountain Record”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.