ACCADIA BLUES 2019, SOTTO IL CIELO DEI MONTI DAUNI QUATTRO GIORNI DI FESTIVAL


ACCADIA – “Da qui puoi vedere le Stelle da vicino”. È questo il leitmotiv del Festival Internazionale di musica Accadia Blues 2019. Un simpatico gioco di parole che coniuga il cartellone “stellare” della manifestazione con i cieli limpidi dei Monti Dauni.

Il Festival promosso dall’amministrazione comunale di Accadia con la direzione artistica di Nino Antonacci (fondatore del Moody Jazz Café) ed Elisabetta Manella, si terrà, come da tradizione, nel medievale borgo fantasma di Rione Fossi da giovedì 18 a sabato 20 luglio, per poi terminare nell’incantevole Bosco Paduli (a pochi km dal paese) domenica 21 luglio.

Accadia Blues celebra nel 2019 il suo decennale, orgoglioso di aver proposto musica di qualità e aver ospitato negli anni artisti internazionali in un territorio spesso dimenticato dalle grandi produzioni musicali, tra questi si ricordano: Charlie Musselwhite, Eric Jonhnson, Robben Ford, Bill Evans, Paul Young & Los Pacaminos, Scott Henderson, Popa Chubby, Eugenio Finardi, Spyro Gyra, ecc. …

Dopo la prestigiosa e apprezzata anteprima del 15 giugno scorso, in occasione del doppio concerto del sassofonista statunitense Jake Clemons e del duo Amy LaVere & Will Sexton, anche il programma del 2019 vede la presenza di straordinari artisti, con prime assolute e date esclusive.

Oltre alla musica ci saranno numerose altre iniziative, come gli spettacoli di magia di Nadir Mura; la presentazione del libro “Rock & Arte” con Leonardo Follieri, Lucio Pentrella e il Drugo; il post-concerto con “Dance the Blues” insieme ai DJ Acido Domingo, Dj Dfonq e Dj Emanuele Menga; la nona edizione della mostra collettiva “Artistico Blues 2019”, curata e coordinata dal prof. Antonio Paolucci che in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna, è intitolata “Da Leonardo alla Luna”.

All’Allunaggio saranno anche dedicati gli allestimenti all’interno di Rione Fossi, grazie al gemellaggio con il Bertani Day, manifestazione organizzata dall’Officina B5 e l’Associazione B5 di Roma.

Immancabile il tradizionale Percorso Enogastronomico con prodotti tipici, tutti di altissima qualità, provenienti dai Monti Dauni, che rappresenta un meraviglioso momento di aggregazione all’interno dell’antico Rione Fossi.

E poi artigianato, Cd, vinili, passeggiate naturalistiche e per la gioia dei più piccoli “Bimbi in Blues” con giochi, laboratori e altre attrazioni.

IL PROGRAMMA

Giovedì 18

“Doyle Bramhall II” (prima volta nel sud Italia)
“The Magic Numbers” (unica data in Italia)

Venerdì 19

“Stone Foundation” (prima volta e unica data in Italia)
“The Buttshakers” (solo due date in Italia)

Sabato 20

“Nik West” (da Umbria Jazz 2019 ad Accadia Blues 2019)
“Chris Grey & Bluespand” (prima volta e unica data in Italia)

Domenica 21 per “Music Under The Tree”
Filippo Graziani

Come da consolidata tradizione, i concerti saranno tutti a ingresso gratuito, il primo programmato alle ore 21,30 e il secondo alle ore 23,15.