ARTE CONTEMPORANEA, A VARCO LABILE PERSONALE DI RICCARDO CHIODI


L’AQUILA  Venerdì 21 agosto, inaugurerà dalle ore 18,00 presso VarcoLabile in via Giuseppe Verdi 6/8 all’Aquila, “Per renderti il tuo sangue”, mostra personale dell’artista Riccardo Chiodi, cura e testi di Piotr Hanzelewicz e Valeria Pica.

“Mi sono imposto delle regole, forse dei veri e propri dogmi, come il non tracciare linee o non creare forme con un qualsiasi strumento, su qualsiasi superficie. Ammetto la riduzione dell’esistente come il tagliare una barra di ferro o lo strappare un lembo di tela. […] La sfida con me stesso è di riuscire ad essere espressivo con poco margine di movimento”, queste le parole di Riccardo Chiodi riportate dalla curatrice Silvia Moretta nel 2017. Le prendiamo oggi a prestito come fossero un’indicazione stradale per camminare nuovamente nel lavoro di Riccardo.

Negli spazi di Varco Labile, a L’Aquila, Riccardo Chiodi, con una selezione di opere che ricostruiscono una loro coerenza stilistica nel lavoro più recente, riparte dall’inizio ed esprime una volontà: “Per renderti il tuo sangue”.

E lo dichiara pubblicamente, ufficialmente. È una sintesi che, a partire dall’ultimo lavoro della precedente produzione (80569 g e, 2017 – presente in mostra), crea un ponte che attraversa le suggestioni delle esperienze che lo hanno riguardato negli ultimi tre anni. Il ponte che Riccardo ha attraversato lasciandosi qualcosa alle spalle, mutando, passando dal ring al desiderio di un pianoforte.

Chiodi il peso massimo, Chiodi il pugile, ha conservato la capacità di saltellare morbido e leggero sull’indecifrabile linea che separa il privato dal pubblico. L’esercizio e l’espressione della libertà massima di movimento vengono qui fissate in un equilibrio immobile, il margine minimo di movimento. E si tratta del secondo movimento, l’Adagio un poco mosso, del concerto n° 5 di Ludwig van Beethoven, con Glenn Gould al pianoforte (che al solito, canticchia nel trasporto) magistralmente rallentato, esteso, dilatato, espanso nell’aria della mostra. Quasi a fissarla, renderla fluida e insieme più densa. Imprigionando e ipnotizzando dentro le note di sintesi.

L’esposizione sarà visitabile fino al 30 agosto, tutti i giorni dalle 20,00 alle 23,00.

“Per renderti il tuo sangue” è la quarta di quattro mostre personali organizzate negli spazi di VarcoLabile. Le quattro mostre sono sostenute dallo sponsor tecnico “Firma” di F. Marchitelli & C. snc, Corniceria D’Arte dal 1995.

Nato a L’Aquila, dove vive e lavora, Chiodi si avvicina alla pratica dell’arte negli anni del liceo e ne approfondisce i fondamenti storico-teorici nel percorso universitario.

Sin dall’adolescenza esplora i confini del disegno, della pittura, della scultura e della musica approdando ad una personale ricerca.

Nei primi anni la sua produzione artistica è prevalentemente basata sulla pittura su tela; la prima personale è del 2006.

Dal 2015 sviluppa maggiormente la ricerca polimaterica introducendo l’utilizzo di ferro, alluminio e titanio limitando la tavolozza al bianco, rosso e nero; il metallo diventa protagonista, (fondendosi) con il tessuto secondo ritmi scanditi da linee, aperte o chiuse, parallele. In questo periodo si misura anche con la videoarte.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.