ARTE E TERAPIA A CONFRONTO ALLA MOSTRA DI CICCOZZI ALL’EMICICLO


L’AQUILA – Arte ed emozioni sono da sempre indissolubilmente legate. Al palazzo dell’Emiciclo, dove è in corso la mostra d’arte contemporanea di Giancarlo Ciccozzi, domenica 14 aprile alle ore 17,00, si affronterà in un dibattito curato dall’associzione Aiacm e specialisti del settore, il tema dell’arte utilizzata come terapia.

Come è sempre stato, è l’emozione a far scaturire nell’artista la scintilla della creazione dell’opera. Quest’ultima, a sua volta, stimola l’osservatore alla presa di coscienza del suo mondo interiore.

Ma come può l’arte essere anche terapeutica? Nel convegno, a cui prenderanno parte lo stesso presidente dell’Aiacm, Maura De Meo, l’avvocato Alessandra Lopardi, la psicoterapeuta Enrica Strippoli, don Carmelo Pagano Le Rose, la poetessa Alessandra Prospero, e naturalmente l’artista Ciccozzi, si cercherà di fare chiarezza e coinvolgere la popolazione ad affrontare un tema importante e delicato come quello della stretta correlazione tra arte e disabilità.

Per arrivare a comprendere pienamente l’art therapy bisogna prima di tutto conoscere e capire le emozioni. Dal latino “movere”, sono da sempre il motore delle nostre azioni: ci rivelano i nostri bisogni, ci motivano ad agire e a prendere iniziative.

È proprio questo che nel dibattito si cercherà di approfondire e far conoscere, focalizzandolo questo tema così importante come punto di partenza per progetti più allargati e duraturi per il futuro della disabilità nella nostra città.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021