“BLUMEN”, MIANA MERISI E LUIGI TONTORANELLI IN SCENA ALL’AQUILA


L’AQUILA – Il Teatro Stabile d’Abruzzo presenta per la Stagione teatrale aquilana, Ridotto del Teatro Comunale, giovedì 6 febbraio, ore 21,00, e venerdì 7 febbraio, ore 17,30, Blumen di Helmut Langestoss, regia Maria Assunta Calvisi, scene Sabrina Cuccu, con Miana Merisi e Luigi Tontoranelli. Una produzione L’Effimero Meraviglioso e Sardegna Teatro.

Storia di una passione. Un uomo e una donna sulla soglia della maturità. Gelosie, piccole schermaglie, qualche ricordo. Una storia come tante altre: l’amore di un tempo, quello di adesso.

“Il gioco teatrale – racconta Luigi Tontoranelli – si dipana tra finzione e realtà, dove la diversità di quest’uomo e questa donna può svelarsi solo scardinando le convenzioni sociali. Adamo ed Eva si ritrovano in una sorta di Inferno-Eden provvisorio dove ritornano nel loro liquido amniotico per rinascere e vivere senza più fobie né pregiudizi. Tra i loro blumen, ‘fiori’ in tedesco. Il teatro è pur sempre un modo per scavare nel profondo dell’anima umana: per mostrare gli abissi più reconditi. E a volte inconfessabili”.

“Due creature che sognano la luna. Chiuse in una stanza, immerse nel loro lavoro, soffocate dalla leggerezza di fiori che annusano, strappano, intrecciano, buttano via. Come le loro speranze, come le loro esistenze”.

“Aspettano in questa stanza una luna che forse spunterà. Finché un giorno, non inatteso ma forse troppo atteso, si trovano davanti a un bivio che segnerà il loro destino futuro: la strada ‘di lui’ che prefigura un finale senza ritorno, la strada “di lei” che invece ha un ritorno verso la vita. Un grande psicodramma”.

Informazioni botteghino Tsa 0862-410956 o 348-5247096.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021