“CANTASTORIE”, MUSICA E RACCONTI AL GIARDINO D’INVERNO DI PALAZZO DELL’EMICICLO


L’AQUILA – È dedicato ai più piccini il secondo appuntamento del festival promosso dal Comune dell’Aquila “I Cantieri dell’immaginario” ed è ancora a cura del Teatro stabile d’Abruzzo che, in collaborazione con l’associazione culturale Nati nelle note, presenta lo spettacolo di teatro musicale “Cantastorie”.

L’appuntamento è per oggi alle ore 16,30 nel giardino d’inverno all’interno del Palazzo dell’Emiciclo appena riconsegnato alla città, per un progetto nuovo basato sulla commistione di due forze artistiche: quella narrativa e quella musicale.

La potenza comunicativa dei racconti in musica, che si succederanno nel corso dello spettacolo, coinvolgerà, emozionerà e unirà grandi e piccini in un unico pubblico curioso e divertito, proprio come facevano gli antichi cantastorie.

Lo spettacolo si alimenta della complicità tra pubblico e artisti e della condivisione di voci e di emozioni; la partecipazione attiva degli spettatori, che verranno coinvolti in canti, ritmi e danze, renderà ogni spettacolo unico perché modificato dal pubblico stesso.

L’associazione Nati nelle note è impegnata nell’educazione dei bambini alla musica e all’arte fin dalla primissima infanzia, è composta da giovani musicisti e artisti ed è nata con lo scopo di valorizzare l’ambiente musicale del territorio aquilano e avvicinare l’intera comunità ad esso tramite lo svolgimento di diverse attività rivolte in particolare a neonati e bambini, educatori e genitori.

Il laboratorio è riservato ad un massimo di venti bambini (con al massimo due accompagnatori ciascuno) pertanto è necessaria la prenotazione al numero telefonico 328-4781160.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.