CICCOZZI ESPONE AD ART INNSBRUCK E AL PAN DI NAPOLI


L’AQUILA – La galleria Prince Art Gallery del noto gallerista Armando Principe, personale manager dell’artista Giancarlo Ciccozzi, esporrà nel suo padiglione di Art Innsbruck opere inedite del maestro aquilano, ormai considerato dalla critica uno degli artisti emergenti del panorama dell’arte contemporanea internazionale.

Art Innsbruck, fiera internazionale per l’arte contemporanea in programma dal 16 al 19 gennaio – si legge in una nota – è una delle fiere storiche della scena artistica europea ed è anche la più frequentata di questo perido. È diventato il punto fisso del calendario europeo dei collezionisti e degli amatori delle belle arti.

Oculata la scelta di Ciccozzi. L’artista aquilano sperimenta da tempo la metamorfosi e le peculiarità della materia. Indaga fino allo studio della “crepa” sin da quando muove i suoi primi passi nell’arte informale sulle orme del grande maestro Alberto Burri.

Macchie cromatiche s’incontrano e si stratificano, episodicamente, nella caduta libera di un ambiente amplificato, dalla forma circolare o lineare dell’infinito, fino al mistero molecolare e nucleare. È la materia, che in un continuo dialogo diretto con l’informale particolare di Ciccozzi, trasporta le forme verso un ordine superiore, affascinante e inquietante insieme di elementi che si estremizzano nei lavori più recenti, in cui il caos materico e la sfera perfetta, escono dal quadro provocando quel tocco interattivo dello spettatore che dà la forma finale alla percezione.

Questa ricerca, infatti, diviene centrale con le opere degli anni 2010-2020 – opere che testimoniamo la potenza della metamorfosi da pittura a materia – e producendo lavori di dimensioni nettamente maggiori.

Le opere di Ciccozzi sono il risultato lucido e viscerale di una elaborazione mentale e gestuale regolata da puro “caos controllato”.

I “suoi materiali” sono vissuti, attempati e logorati dal tempo, come a testimoniare il passaggio e il pensiero dell’uomo sulla terra. Dopo il grande successo dell’esposizione di Miami nel dicembre 2019 si appresta ad esporre anche al Pan-Palazzo delle Arti di Napoli, dove l’artista, dal 14 gennaio al 4 febbraio, rappresenterà, sia concettualmente che visivamente, il culmine di una riflessione poetica intorno alla “screpolatura” che percorre tutta la sua opera.

Ciccozzi esporrà a New York nel mese di marzo, e a seguire ad Art Basel (Basilea) in Svizzera, completando un tour internazionale che già si preannuncia un successo prima di arrivare sul mercato del collezionismo cinese di Hong Kong e quello russo di San Pietroburgo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.