CONCERTI-APERITIVO PER SOSTENERE L’AQUILA PER LA VITA: ECCO SUONI D’AUTUNNO


L’AQUILA – Concerti-aperitivo per raccogliere fondi in favore dell’associazione L’Aquila per la Vita. Questi gli elementi della rassegna Suoni d’Autunno, in programma da domenica 14 a domenica 21 novembre. Una kermesse che sostituisce l’edizione dei concerti di primavera che l’associazione Athena  organizza ogni anno nel mese di giugno al palazzetto dei Nobili che quest’anno non ha potuto avere luogo a causa delle restrizioni legate al covid.

La rassegna prevede 4 concerti con programmi piuttosto rari per le sale da concerto. Coinvolte, infatti, delle formazioni inedite: domenica 14 novembre, alle 11,30, di parte con il concerto-aperitivo Capriccio musicale: voce, violino e pianoforte con un programma di ascolto che spazia dalle musiche di Ennio Morricone a quelle napoletane e brasiliane con brani conosciuti del repertorio melodico italiano e internazionale. La cornice è sempre quella barocca del palazzetto dei Nobili.

Martedì  16 alle ore 18  sarà la volta del violoncellista Sergio De Castris con un programma barocco “Le suite di Bach per violoncello solo”. Il violoncellista ha collaborato con Uto Ughi, Salvatore Accardo, Aldo Ciccolini e altri musicisti di livello internazionale e con direttori come Daniele Oren e Antonio Pappano. Si è anche esibito al Ravenna Festival di Riccardo Muti.

Venerdì 19, questa volta alle ore 21, verrà proposto un insolito connubio: il duo Equinox, clarinetto e chitarra, con all’attivo concerti in tutto il mondo; registrazioni per la Emi, Classic e Rai, che ci delizieranno con un programma di musiche italiane che va da Paganini alle trascrizioni delle arie d’opera più famose di Puccini.

Ultimo appuntamento, domenica 21 novembre  alle ore 11,30. Un nuovo concerto-aperitivo, un programma classico per mezzosoprano e fortepiano  con il duo Giorgia Pesaresi, mezzosoprano, e Alessia Mortaloni, fortepiano. Gli spartiti propongono le arie del barocco italiano, del periodo classico di Mozart e del periodo romantico di Rossini nell’esecuzione della famosa aria tratta dal Barbiere di Siviglia  “Una voce poco fa”.

La particolarità di questo concerto è nell’utilizzo del fortepiano costruito nel 1829; uno strumento di proprietà della stessa pianista. Il suo restauro è stato curato dall’Accademia dei musici di Fabriano recuperando tutte le caratteristiche estetiche e sonore  del periodo in cui fu costruito.

L’ingresso  è libero con offerta volontaria a favore dell’Aquila per la vita che ha partecipato alla presentazione in Comune dell’iniziativa rappresentata da Giorgio Paravano e Ugo Di Rocco. Il programma tecnico, allestito dall’associazione Athena, è stato introdotto da Carmine Gaudieri, Simonetta Bisegna e Tonino Ieie.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022