“DIFFUSO”, A SANTO STEFANO DI SESSANIO MOSTRA ITINERANTE DI DANIELE “GIOTTO” GIULIANI


SANTO STEFANO DI SESSANIO – “Diffuso” è il titolo della mostra itinerante di Daniele “Giotto” Giuliani che sarà allestita a Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila) dal 20 aprile al 5 maggio.

Inaugurazione a cura dell’albergo diffuso Sextantio che ospiterà un live painting dell’artista: una performance in cui Giuliani realizzerà dal vivo un’opera su tela con l’uso di vernici spray dalle 16,00 alle 18,00 di sabato 20 aprile nella piazzetta della “Tisaneria” in Via Principe Umberto.

Sabato 27 è previsto un tour guidato in paese attraverso le opere in mostra in compagnia dell’artista e degli asinelli dell’associazione Gira e Rigira, organizzatrice dell’esposizione. Appuntamento alle ore 16,00 presso “Il giardino degli asinelli” in Via del Lago.

Finissage a cura della Locanda Il Palazzo che darà spazio alla musica live del duo In.versione Clotinsky (alt indie lo-fi da Ravenna) a partire dalle 18,00 di sabato 4 maggio per un aperitivo in giardino.

“Diffuso. Gli alberi, le strutture e le pietre. Le identità del passato e del presente, mostrando una parte e velandone un’altra. Relazionandosi con una realtà antica e nel contempo nuova”: le opere in mostra saranno ospitate presso i locali della Locanda sul lago, La Locanda del Palazzo, l’azienda agricola Vinicio Ciarrocca, La Casa del Tombolo e la Tisaneria di Sextantio, visitabili tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Nei giorni 22, 25 aprile e 1 maggio potrà non essere agevole la visita a causa dell’elevata affluenza di persone nelle strutture ospitanti.

Giuliani nasce a L’Aquila nel 1977. Inizia a mostrare interesse per il disegno fin dall’infanzia. Nel 1993 si avvicina alla cultura di strada Hip Hop interessandosi al fenomeno del “writing” e dipingendo nello stesso anno i primi muri col il tag “Giotto”. Entra in contatto con altri writers che lo porteranno a condividere esperienze e muri in giro per l’Italia.

Alla fine degli anni ’90 avvicina alle scritte parti figurative e parallelamente inizia a sperimentare lo spray su tela dipingendo soggetti figurativi e paesaggi notturni che si rifanno ai ricordi legati alla strada. Partecipa a diverse mostre e tiene la sua prima personale a Roma nel 2003. Seguono progetti e commissioni che lo vedono impegnato in diverse attività: Museo Michetti nel 2002 a Perugia nel 2005 alla Biennale d’Arte di Ferrara nel Castello Estense nel 2008, ad una mostra personale a New York nel 2009 a diverse fiere dell’Arte nelle città di Bologna, Milano, Roma e Napoli, alla selezione di diversi Premi quali il Premio Pagine Bianche nel 2006 ed il Premio Arte Mondadori nel 2005.

Nel 2007 dona un’opera all’asta per beneficenza organizzata dall’Amref presso la Casa D’Asta Il Babbuino a Roma. Per scelta del Consiglio Europeo, nel 2012 ha realizzato dal vivo un’opera per l’Europe Day of Chisinau nella Repubblica Moldova; l’opera è collezione del Ministero della Cultura Moldava. Nel 2014 è uno degli artisti selezionati per il workshop con il maestro Stefano Arienti presso l’ex Convento delle Clarisse a Caramanico.

Nel 2015 viene selezionato per Codice Italia Academy a cura di Vincenzo Trione, direttore del Padiglione Italia della Biennale Arte 2015, workshop con il maestro Andrea Aquilanti. Nel 2016 tiene un laboratorio di Arte Urbana per il progetto “Punto Luce” collaborando con Save The Children Italia. Uno dei suoi ultimi interventi è stato realizzato presso l’Università degli Studi dell’Aquila: una parete in beneficenza su Rosa Parks, per il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, collaborando con Amnesty International Italia. In questo periodo è impegnato a studiare e lavorare a nuovi lavori da proporre per nuovi progetti.

Informazioni al numero 328-8411477.