I SOLISTI AQUILANI CON CAPOSSELA E BRUNELLO SULLE DOLOMITI PER LA RINASCITA DI ARTE SELLA


L’AQUILA – È nel segno della solidarietà il prossimo appuntamento dei Solisti Aquilani: un concerto che vuole tracciare un nuovo inizio per un paesaggio ferito nello scorso ottobre dalla violenza della tempesta di Vaia e far rivivere Arte Sella, rassegna di arte contemporanea nella natura, che si svolge in val di Sella, nel comune di Borgo Valsugana (Trento), una delle eccellenze culturali del Trentino.

L’11 giugno alle 18 nell’area di Malga Costa “I Suoni delle Dolomiti” propongono un’anteprima del festival – nell’estate 2019 celebrerà 25 edizioni – con un evento speciale denominato “Musica per Arte Sella”, una testimonianza di vicinanza a questa eccellenza del Trentino duramente colpita.

E chi, me­glio dei So­li­sti Aqui­la­ni, po­te­va rap­pre­sen­ta­re il sim­bo­lo del­la ri­na­sci­ta a die­ci an­ni dal si­sma? Il concerto dell’11 giugno vedrà protagonista l’ensemble diretto da Stefano Nanni in dialogo con il violoncello di Mario Brunello e con Vinicio Capossela.

L’evento rappresenta per I Solisti Aquilani un’ulteriore occasione per tornare a suonare con uno dei più grandi violoncellisti viventi, Mario Brunello, e misurarsi con uno degli artisti più creativi del panorama nazionale, Vinicio Capossela, menestrello onnivoro e globale, che ha assorbito suoni e culture di ogni angolo del mondo.

Mario Brunello interpreterà la Pavane pour une infante défunte di Maurice Ravel trascritta da Stefano Nanni, Vinicio Capossela presenterà una carrellata dal suo repertorio di canzoni in dialogo con l’orchestra e I Solisti Aquilani eseguiranno una delle “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi, solista Daniele Orlando.

L’appuntamento si concluderà con alcune riflessioni di Mario Brunello sui sonetti di Michelangelo dedicati alla bellezza.

“Ripartire e rinascere dalla bellezza attraverso la musica e l’arte in genere deve essere l’imperativo categorico di ogni comunità e quindi anche del Trentino e Arte Sella”, afferma il direttore artistico Maurizio Cocciolito, ricordando che “non a caso, per celebrare il decennale del sisma aquilano del 6 aprile 2009, sia il Parlamento europeo sia la Camera dei deputati, abbiano scelto la via della musica con ‘Una nuova Stagione’, il progetto artistico dei Solisti Aquilani foriero di speranza e di futuro”.

Tutti proventi dell’evento saranno destinati alla ricostruzione degli spazi espositivi di Arte Sella danneggiati a fine ottobre dalla tempesta Vaia.