“L’AQUILA, LE 100 MERAVIGLIE” AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO


L’AQUILA – L’Aquila con le sue bellezze storico-architettoniche approda al salone del libro di Torino. Da domani, fino al 13 maggio il volume L’Aquila, le 100 meraviglie (+1), curato dalla giornalista e scrittrice aquilana Monica Pelliccione, con gli scatti del fotografo di guerra Fabio Muzzi, edito da Typimedia, sarà al Salone internazionale del libro di Torino, stand F-137, padiglione 2.

Un’occasione unica, quella della presenza al Lingotto fiere, per veicolare testi e immagini che racconta una città in piena rinascita, dove passato e futuro convivono e si intrecciano.

“Una città con ferite rimarginate e ancora aperte, tra lavori in corso, storia passata e voglia di guardare al futuro, nel nome dell’innovazione”, spiega Pelliccione in una nota, “che fanno del patrimonio culturale e naturalistico dell’Aquila un valore inestimabile da cui ripartire”.

Dalle mura urbiche alle 99 Cannelle, che cingono il centro storico, alla maestosa facciata della Basilica di Collemaggio, emblema della Perdonanza celestiniana. Lo sguardo del lettore si posa sul ricco colonnato neoclassico di palazzo dell’Emiciclo, sulla Basilica di San Bernardino, con la scalinata monumentale, per ammirare i bastioni del Castello cinquecentesco, testimonianza della dominazione spagnola della città.

L’Aquila è, oggi, una perfetta sintesi tra memoria e contemporaneità, con l’Amphisculture dell’artista newyorkese Beverly Pepper, o il modernissimo auditorium del Castello, progettato da Renzo Piano. Fino allo smart tunnel, che corre nelle viscere della città, simbolo di un territorio che, consapevole della grandezza del passato è pronto ad affrontare le sfide del futuro.

“Sono orgogliosa”, aggiunge Pelliccione, “di essere la testimone della mia città in un contesto prestigioso come la fiera del libro di Torino, e di parlare al mondo, raccontando le Meraviglie dell’Aquila, la cui bellezza struggente non si è piegata neppure di fronte alla furia della natura. Il suo fascino è, ancora oggi, saldo e visibile. Evoca suggestioni ed emozioni che, mi auguro, possano arrivare al lettore come stimolo per visitare la nostra città e apprezzarne lo splendore”.

Il volume è disponibile in tutte le librerie e sui principali e-store.