“LETTERA DA UNA SCONOSCIUTA” E IL BALLETTO TEATRO TORINO, DOPPIO APPUNTAMENTO PER I CANTIERI DELL’IMMAGINARIO


L’AQUILA – Doppio appuntamento mercoledì sera all’Aquila per I Cantieri dell’Immaginario, la rassegna promossa dal Comune con la direzione artistica di Leonardo De Amicis che dall’8 al 25 luglio offre una serie di appuntamenti.

Si parte alle ore 18,30 all’Auditorium del Parco con “Lettera da una sconosciuta”. Il bellissimo testo di Stefan Zweig è un racconto intenso e appassionato interpretato da Stefania Barca con la regia di Angela Bandini, voce registrata Edoardo Siravo, scene e costumi Annalisa Di Piero, musiche Davide Cavuti.

Nel giorno del suo compleanno un raffinato scrittore viennese, riceve una lettera da una sconosciuta. Inizia a leggere, ma a questo punto si inserisce la protagonista che ricostruisce passo dopo passo il suo amore totale per l’uomo. È una bambina quando vede arrivare lo scrittore nella casa in cui lei abita e, subito, rimane stregata dalla bellezza e dalla raffinatezza dell’uomo, ma sopratutto dai suoi libri, dai suoi quadri, dalle sue statue. Insomma stregata da un mondo colto da cui lei si sente estranea. Da quel momento l’unico desiderio della sua vita sarà incontrarlo e farlo innamorare. Si incontreranno, trascorreranno alcune notti insieme, nascerà un bambino, poi morto, ma l’uomo non saprà mai il suo nome, neanche leggendo questa lettera, che precede la sua morte.

L’ingresso è gratuito e si accede sempre tramite la prenotazione dal sito www.cantieriimmaginario.it. Non si potrà effettuare servizio di botteghino in loco e si potrà accedere ai luoghi di spettacolo un’ora prima dell’orario d’inizio indicato.

È obbligatorio l’uso della mascherina e tutti gli spettatori sono invitati a rispettare le norme per la prevenzione del contagio.

In Piazza Duomo alle ore 21,30 arriva invece la grande danza: ospitato dal Gruppo e-Motion sarà sul palcoscenico il Balletto Teatro Torino con “Arcipelago”.

Coreografia e improvvisazioni dei Danzatori del Balletto Teatro di Torino, sound concept Giorgio Li Calzi, con Lisa Mariani , Nadja Guesewell, Viola Scaglione, Flavio Ferruzzi, Hillel Perlman e Emanuele Piras.

Lo spettacolo “Arcipelago” nasce dal contributo video creato dalla compagnia nel momento di lockdown.

Il progetto nasce dall’idea di ricreare un arcipelago metaforico, noi come isole distanti, irregolari e diverse per natura, ma assolutamente affini e unite dallo stesso mare. Un’unità che nasce e vive in sinergia con lo stesso territorio. La pandemia ci ha portato alla realizzazione di questo video per cercare di trovare il modo più efficace per continuare a stare insieme, per continuare a condividere, a fiorire nei nostri piccoli spazi abitativi. Arcipelago è discussione, comunione di corpi, come una protesta silenziosa, poetica e collettiva.

Nasce così l’esigenza di tradurre il video in forma di spettacolo, interpretando, documentando e raccontando, secondo il nostro linguaggio, la circostanza in cui viviamo, l’esperienza individuale e collettiva di questo periodo di emergenza e di crisi contraddistinto dall’isolamento e dal distanziamento sociale.

Per accedere agli spettacoli in cartellone occorre presentare il biglietto stampato dal sito www.cantieriimmaginario.it oppure da www.i-ticket.it, il costo del biglietto è di 5 euro.

Non si potrà effettuare servizio di botteghino in loco e si potrà accedere ai luoghi di spettacolo un’ora prima dell’orario d’inizio indicato.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.