LETTERATURA E POESIA DI MONTAGNA, A ROCCA DI MEZZO IL 7° PREMIO NAZIONALE MARIO ARPEA


ROCCA DI MEZZO – Venerdì 28 agosto alle ore 16,30, nel giardino della villa Cidonio, sede del Parco regionale Sirente Velino a Rocca di Mezzo (L’Aquila), con la partecipazione di autorità civili e istituzionali, si svolgerà la cerimonia di premiazione del 7° Premio Nazionale “Mario Arpea” Letteratura e Poesia di Montagna promosso dal Comune di Rocca di Mezzo con il patrocinio di Regione Abruzzo, Parco Sirente Velino, Università “Gabriele d’Annunzio”-Dipartimento Lettere Arti e Scienze Sociali, Società Dante Alighieri, Club per l’Unesco di Pescara, in collaborazione con l’associazione culturale “Monti Naviganti” e la Pro loco di Rocca di Mezzo.

Il concorso è dedicato alla memoria del compianto Mario Arpea, rocchigiano, professore universitario di Diritto della navigazione, politico, poeta, scrittore e saggista che, con numerosi libri di poesia, narrativa e storia ha svelato gli aspetti più sconosciuti, intimi e sentimentali dell’Altopiano delle Rocche, interpretandone “lo spirito dei luoghi”, come egli stesso scrisse.

La Giuria del Premio, formata dal presidente onorario Alessandro De Montis, dal presidente Alessandro Masi, segretario generale della Società “Dante Alighieri”, e da Maria Teresa Giusti, associato di Storia contemporanea presso l’Università “d’Annunzio” di Chieti-Pescara, Daniela Quieti, giornalista, già docente di Lingua e Letteratura Inglese, e Antonio Sorella, ordinario di Storia della Lingua Italiana presso l’Università “d’Annunzio” di Chieti-Pescara, ha selezionato le opere vincitrici tra i numerosi elaborati pervenuti da ogni regione d’Italia e ha proclamato i seguenti vincitori.

Per la sezione Poesia inedita sul tema della montagna: 1° premio a Francesca Giuseppa Lo Bue da Roma per la poesia “Il trono dei morti”; 2° premio ex aequo Emilia Fragomeni da Genova per la poesia “Suoni attutiti” e a Lorenzo Spurio da Jesi (Ancona) per la poesia “Io, la salvia rossa (ad Andrea Zanzotto); 3° premio ad Alessandro Antoniani da Fagnano Alto (L’Aquila) per la poesia “Dalla mia finestra”; 4° premio ex aequo a Maria Assunta Oddi da Luco dei Marsi (L’Aquila) per la poesia “Il monte in una pozza” e a Giuseppe Vetromile da Madonna dell’Arco (Napoli) per la poesia “L’ennesima risalita”; 5° premio a Vanes Ferlini da Jesi per la poesia “Come L’Aquila”; Premio speciale della Giuria a Sonia Giovannetti da Roma per la poesia “La promessa”.

Per la sezione Libro di Narrativa o Saggistica edita sul tema della montagna: 1° premio a Gian Luca Gasca da Torre Pellice (Torino) per l’opera “Mi sono perso in Appennino” (Ediciclo); 2° premio a Mauro Daltin da Trieste per l’opera “Il punto alto della felicità” (Ediciclo).

Verrà, inoltre, assegnato il Premio Speciale “Narciso d’argento” indetto dall’amministrazione comunale di Rocca Di Mezzo presieduta dal sindaco Mauro Di Ciccio, a una personalità del mondo della cultura, della medicina e dell’imprenditoria, residente nella regione Abruzzo, particolarmente distintasi nell’ambito della specifica professione.

Verranno lette poesie e brani delle opere premiate con intermezzi musicali eseguiti da Elena D’Ascenzo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022