L’IMAGINARIUM ENSEMBLE CHIUDE LA RASSEGNA DI MUSICA ANTICA ALL’AQUILA


L’AQUILA – L’ultimo appuntamento della XXV Rassegna di Musica Antica “I Concerti di Euterpe”, realizzata con il sostegno della Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli”, ideata e promossa dall’Associazione Musicale Le Cantrici di Euterpe, è in programma martedì 27 luglio con inizio alle ore 19 presso il Chiostro rinascimentale di San Domenico, luogo di particolare pregio artistico e architettonico.

Protagonista del concerto è l’Imaginarium Ensemble, un quartetto di straordinari musicisti, fra i massimi esperti per l’esecuzione della musica antica e barocca: il violinista Enrico Onofri, il violoncellista Alessandro Palmeri, il liutista Simone Vallerotonda ed il clavicembalista Riccardo Doni.

Quattro musicisti di altissimo livello che con questa formazione hanno inciso varie pubblicazioni e monografie di successo con la guida di Enrico Onofri, docente al Conservatorio di Pesaro ed attivo come direttore e violinista con le migliori orchestre barocche in Europa. Nel 2019 ha vinto il “Premio Abbiati” come miglior solista dell’anno.

Il programma del concerto “Non udite lo parlare?” è dedicato al rapporto tra voce umana e virtuosismo strumentale italiano dal primo Seicento sino al tardo Barocco. Se in un primo tempo gli archi raddoppiavano le parti vocali, nel corso dei sei e settecento il vilino diviene protagonista di pagine mirabili autonome sempre più indipendenti dalle voci e dalle danze. Saranno eseguite pagine di autori italiani quali Virgiliano, Cima, Rognoni e i più noti Stradella, Corelli e Vivaldi.

L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria al 328-6765097. Tutte le informazioni sul sito www.barattelli.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022