PAESAGGI SONORI 2018: PRELUDIO D’ESTATE AL VIA CON BALMORHEA, ECCO TUTTI GLI APPUNTAMENTI

foto Fabrizio Giammarco per Paesaggi Sonori

L’AQUILA – Possiamo parlare di Paesaggi Sonori come un festival singolare dove la musica amplifica la percezione del paesaggio, un vero cammino verso la bellezza. D’estate si svolge tra le vette più alte dell’Appennino, mentre in altri periodi dell’anno si prediligono luoghi più ricchi di arte e cultura, come abbazie, fortezze e centri urbani di particolare rilevanza storica. Si percorrono sentieri immersi nella natura incontaminata per raggiungere teatri naturali dove si assiste a concerti d’eccezione, in luoghi e atmosfere del tutto singolari, al tramonto, di notte o all’alba. Questo è il format cardine del festival e l’organizzazione si appresta a definire il programma estivo.

La terza edizione è stata però da poco annunciata come un “Preludio d’Estate” e prevede una serie di appuntamenti in attesa appunto della stagione in quota. Una programmazione primaverile dunque, che prevede ambientazioni e caratterizzazioni molto eterogenee tra loro, dalle location alla proposta artistica, ma sempre con la particolarità che contraddistingue tutti gli appuntamenti, quella di non servirsi mai di palco e pedane durante il concerto, rendendo così più coinvolgente e diretto il rapporto tra il pubblico e l’artista. Dove quindi il paesaggio diventa parte integrante dello spettacolo e valore aggiunto per la fruizione del pubblico.

A dare il via al “Preludio d’Estate” di Paesaggi Sonori sarà la band texana Balmorhea, in programma sabato 24 marzo al Teatro Comunale di Atri (Teramo), città ducale che si affaccia sulla costa adriatica, a pochi km da Pescara. L’unico concerto dell’intera programmazione che prevederà una messa in scena tipica per lo spettacolo dal vivo, proprio perché ambientato nel teatro comunale, un gioiello d’arte nel centro storico della città di cui vale la pena godere con il sound intenso e raffinato del sestetto americano.

L’evento coincide con la manifestazione globale “Earth Hour”, indetta da Wwf per sensibilizzare la popolazione ai temi del cambiamento climatico e del risparmio energetico. Paesaggi Sonori insieme ai Balmorhea e al pubblico sosterranno questa iniziativa prevedendo per l’occasione una sorpresa molto affascinante e insolita durante l’esibizione.

Il 15 aprile invece è in programma una festa nelle colline pescaresi, dove lo sguardo spazia dal Gran Sasso alla Majella fino al Mar Adriatico, tra uliveti, vigneti, noceti e querce secolari. L’evento trova l’ambientazione ideale nella future farmer Pollinaria di Civitella Casanova (Pescara), nel territorio del Parco nazionale del Gran Sasso, con la quale si condividerà un picnic a base dei loro prodotti, una passeggiata botanica alla ricerca di erbe spontanee ed il concerto del duo australiano Tim McMillan & Rachel Snow sulla casa tra gli alberi di Pollinaria, l’installazione d’arte sospesa tra le querce di Pollinaria.

Il 21 aprile invece il “cammino verso la bellezza” raggiungerà la città di Pescara con il concerto della cantautrice italiana Erica Mou allo Spazio Matta con il suo ultimo lavoro discografico “Bandiera sulla Luna” che racconta la conquista di nuovi spazi interiori, descrive una generazione intera e la sua irrequietezza.

Parla della capacità di amare senza possedere e di comunicare in maniera diretta senza vergognarsi. Lo Spazio Matta è un luogo interessato nel tempo da un grande processo di rigenerazione urbana. Da ex mattatoio in disuso e abbandonato è oggi uno spazio performativo per le arti e la cultura. Oltre al 21 aprile con Erica Mou, lo Spazio Matta ospiterà altre due date sotto la direzione artistica di Paesaggi Sonori all’interno del più ampio cartellone del Matta Festival.

Il 6 maggio sarà la volta di Piero Delle Monache, uno dei sassofonisti più talentuosi del panorama italiano e compositore che mescola il jazz a sonorità più elettroniche dando vita ad uno spettacolo originale dal titolo “SoloSè”, mentre il 13 maggio la data finale è affidata a Music For Eleven Instruments, band italiana con un approccio fortemente orchestrale, un pop elegante che mescola ottoni ed archi, elettronica e ritmi trascinanti.

A fine maggio, dicono gli organizzatori, sarà pubblicato il cartellone estivo che questa volta potrà godere anche del supporto organizzativo di Acs Abruzzo circuito spettacolo. Intanto è possibile già dare alcune anticipazioni: il 27 maggio la cantautrice anglo-portoghese Nessi Gomes (Winner of Best UK Unsigned Femaie 2016), il 10 giugno Joan Thiele e il 29 luglio special event con Piers Faccini, cantautore globale e mediterraneo. Location, programmi e tutti gli alti artisti, fanno sapere gli organizzatori, saranno annunciati a maggio.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.