“PAROLE INVISIBILI”, IL NUOVO ROMANZO DI STEFANO CARNICELLI AL SALONE DEL LIBRO E IN LIBRERIA


L’AQUILA – È uscito da un paio di settimane il volume Parole invisibili di Stefano Carnicelli, pubblicato da Tralerighe Libri. È il terzo romanzo dello scrittore aquilano ed è già al Salone del Libro di Torino, dove sarà presentato il 12 maggio prossimo, alle 18,30, presso la sala Romania.

Al suo lavoro di direzione bancaria, Carnicelli associa un’intensa attività di operatore culturale e soprattutto una feconda creatività letteraria, densa di sensibilità, che lo ha portato a pubblicare tre romanzi in otto anni.

Come i primi due, Il cielo capovolto e Il bosco senza tempo, anche questo suo terzo romanzo Parole invisibili non mancherà di raccogliere interesse, consensi e gradimento dai lettori, perché la storia che vi è narrata, con una scrittura bella e coinvolgente, tocca le corde più profonde dell’anima.

Parole invisibili, infatti, racconta la storia d’una madre e del suo unico figlio, affetto da autismo. Il romanzo si sviluppa su capitoli scritti in prima persona alternata. Quando è Lorenza a narrare, viene descritto il dramma di una madre alle prese con un terribile destino, aggravato dal fatto che in Italia un disagio di questo tipo non è adeguatamente conosciuto e riconosciuto. Lorenza, profondamente delusa da un’adozione mai arrivata, vive un fortissimo desiderio di essere madre. La gravidanza, cercata con ogni mezzo, porta alla nascita di Achille, un bimbo bellissimo, ma intossicato da metalli pesanti e aggredito da gravi disturbi autistici.