PESCARA JAZZ, BUZZICO E TONINA CHIUDONO CICLO DI CONCERTI GRATUITI IN PIAZZA MUZII


PESCARA – Dopo il successo della prima serata del Pescara Jazz Club con i Cuneman 5et e una eclettica Serena Brancale, che si è esibita col suo gruppo raccogliendo la standing ovation dal numeroso pubblico partecipante, il ciclo di concerti gratuiti chiuderà il cerchio, domani, martedì 16: sul palco il quintetto di Filippo Bubbico e, a seguire, il gruppo di Tonina: appuntamento alle 21, in piazza Muzii, in piena zona pedonale (ingresso libero).

Si parte con una tappa del Sun Village tour, con Filippo e Carolina Bubbico, tastiere voci e batteria, Claudio Filippini piano e tastiere, Giacomo Ferrigato chitarra e Federico Pecoraro basso. Il nome del live viene da quello del disco d’esordio, uscito a settembre con Workin’ Label e il sostegno di Puglia Sounds Records e distribuito di Ird.

Polistrumentista, compositore, producer, Bubbico, classe 1992, propone musiche originali che esplorano nuovi sound: da potenti groove funk a beat onirici. L’armonia, il ritmo e la melodia sono il fulcro pulsante del disco e del live, insieme alla combinazione tra il background armonico proprio della musica jazz e l’uso di strumenti elettronici. Bubbico mette in campo una contaminazione artistica resa possibile anche grazie all’apporto di musicisti di provenienza internazionale – uno su tutti il pescarese Claudio Filippini – e dalla bella sinergia creatasi con la sorella Carolina che ha collaborato nella scrittura di alcune melodie e dei testi.

“Sun Village fa riferimento al quartiere Villaggio del Sole in cui si trova lo studio di registrazione – dice il leader del gruppo -. È il centro di produzione dell’etichetta Workin’ Label, dove sono avvenuti tutti i processi di creazione e finalizzazione di questo album. Nella tracklist sono presenti 11 brani originali, con testi in lingua italiana e inglese, che compongono un lavoro omogeneo e dalla forte identità”.

A seguire salirà sul palco Tonina Saputo, con David Gomez al sax, Tyler Jackson Stokes alla chitarra e Keith Bowman alla batteria. Tonina è una bassista, cantante, chitarrista, poetessa, critica musicale e compositrice originaria di San Diego ma cresciuta a Saint Louis, nel Missouri. Nel 2009, nonostante la sua giovane età, si è esibita alla Carnegie Halle e nel 2012 al Lincoln Center. A 17 ani è stata ammessa al Berklee college of music e una manciata di anni fa ha stretto una collaborazione con il produttore e cantante Javier Limon, nominato ai Latin Grammy Awards.

Tonina propone brani originali e riarrangiamenti di cover, in spagnolo e in inglese. Proveniente da una famiglia amante della musica che le ha fatto conoscere molti generi, dal funk, soul, jazz, fino alla musica classica, unisce il suo eterogeneo background musicale a quello personale, unendo le radici nere a quelle italo-siciliane. Il suo senso del ritmo, della melodia e la sua voce straordinaria, rendono le sue performance un’esperienza elettrizzante per tutti gli ascoltatori.

Il Pescara Jazz prosegue mercoledì 17 al D’Annunzio con uno dei tanti big in programma: Richard Bona, bassista e compositore camerunense, leader della serata De la frontera (biglietti 10, 20 e 30 euro o in abbonamento).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.