“SULLA LUNA IN BICICLETTA”, PUPAZZI E OMBRE ALL’AQUILA PER CRESCERE A TEATRO


L’AQUILA – Per Crescere a Teatro, la rassegna del Teatro Stabile d’Abruzzo dedicata ai più piccoli, va in scena, a L’Aquila, Ridotto del Teatro Comunale, domenica 26 gennaio, ore 17,30, “Sulla luna in bicicletta”, teatro d’attore, pupazzi, ombre di Andrea Calabretta, regia Zenone Benedetto, con Giuseppe Di Simone, Nicola Liberato, Valerio Bucci. Una produzione della Compagnia Teatro Verde di Roma con I Guardiani dell’Oca.

50 anni fa l’uomo atterrava, o meglio allunava, sulla luna. Ma poeti e sognatori già c’erano arrivati secoli prima (se non millenni), con la fantasia e senza astronavi, con lo spirito se non col corpo (Gianni Rodari addirittura ci arrivò in bicicletta!). Fra gli altri Jules Verne che a metà dell’800 aveva immaginato un incredibile viaggio a cavallo tra scienza e fantascienza, anticipando la realtà con la fantasia.

“Dalla luna in bicicletta” è un omaggio a tutti quei visionari che hanno sognato l’impossibile e agli scienziati che lo hanno realizzato. Attori, pupazzi, musica, fantasia, divertimento, risate, avventura, questi gli ingredienti di una storia incredibile ma vera, o quasi.

Signore e signori, ecco l’incredibile storia di un doppio viaggio: dalla terra alla luna e dalla luna alla terra.

Dalla luna alla terra!? Proprio così! Siamo nel 1865 e un gruppo di scienziati tenta l’impossibile: il viaggio sulla luna. Quello che non sanno è che i nostro satellite è già abitato. Anzi, quasi sovrappopolato: mostri stralunati, eroi dell’antichità, cavalli alati, baroni immaginari, vivono da secoli – anzi da millenni – indisturbati, se non da poeti e altri visionari.

E allora, mentre gli umani tentano l’impossibile usando la ragione, i lunatici tentano il possibile usando la fantasia. Motori a scoppio contro cavalli alati, razzi ultrasonici contro grilli col singhiozzo, ragione contro follia. Chi vincerà?

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.