TEATRO: RIONDINO E VERGASSOLA PORTANO IN SCENA LA TRAVIATA ALL’AQUILA


L’AQUILA – David Riondino e Dario Vergassola, una straordinaria e collaudata coppia di attori, portano a L’Aquila, su invito della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” nell’ambito dei Cantieri dell’Immaginario, lo spettacolo “La traviata delle camelie – Marguerite e Violetta: donne sull’orlo di una crisi respiratoria”.

L’appuntamento è giovedì 3 agosto alle ore 21,30 al Parco del Castello (in caso di pioggia all’Auditorium del Parco).

Si tratta di un viaggio attraverso musica e letteratura, da “La Signora delle Camelie” di Alexandre Dumas figlio a “La Traviata” musicata da Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave.

Lo spettacolo si snoda sull’interazione tra i due attori: Riondino è il fine dicitore, ovvero l’attore serio, impegnato a divulgare e raccontare la vera storia della Traviata, mentre Vergassola, l’incredulo spettatore, interpreta, con la sua comicità, il ruolo del disturbatore, che spesso interrompe il racconto per accostare alla trama originale alcune storie di cronaca e attualità.

Sul palco assieme ai due mattatori, il soprano cinese Beibei Li: una Traviata che si racconta attraverso le famose arie, accompagnata da Fabio Battistelli al clarinetto, Augusto Vismara al violino e Riviera Lazeri al violoncello, ensemble che eseguirà le musiche originali del capolavoro verdiano, appositamente trascritte.

Situazioni drammatiche e dissacranti si alternano in questo spettacolo brioso ed esilarante. Non mancano richiami alla colpa, al peccato, alla gelosia, alla redenzione e alla felicità, che sono i motori dei principali comportamenti umani, ma anche sentimenti spesso eccessivi sui quali la satira si impone.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020