TORNA IL FESTIVAL DI MEZZA ESTATE, A TAGLIACOZZO 30 EVENTI TRA MUSICA, TEATRO E LETTERATURA


TAGLIACOZZO – “Siamo enormemente orgogliosi di annunciare un cartellone straordinario che rimarrà nel cuore di tutti”. Così all’unisono l’assessore comunale Chiara Nanni e il direttore artistico Jacopo Sipari di Pescasseroli alla conferenza stampa di presentazione del Festival di Tagliacozzo, presentato oggi presso la sala stampa della Camera dei deputati e poi nel pomeriggio dinanzi allo storico Teatro Talia di Tagliacozzo (L’Aquila) con trasmissione in streaming su italiafestival.tv e sui consueti canali della Camera.

Il Festival Internazionale di Mezza Estate–Tagliacozzo Festival, giunto ormai alla 36esima edizione, sotto la guida della Nanni e del direttore d’orchestra abruzzese Sipari, al suo quarto anno da direttore artistico, si candida prepotentemente ad essere uno dei Festival di musica sinfonica, lirica, della danza classica e contemporanea e del teatro più interessanti d’Italia.

Grazie all’attenzione e al lavoro incessante del sindaco Vincenzo Giovagnorio e dell’assessore Nanni, con il sostegno dei maestri Alessandro Zerella, Silvano Fusco, Ettore Pellegrino e di Federico Fiorenza, Tagliacozzo offre una stagione straordinaria con oltre 30 appuntamenti in 22 giorni divisi tra Musica, Teatro, Letteratura con ospiti di grande valore artistico.

“Aristotele diceva che la cultura è un ornamento nella buona sorte ma un rifugio nell’avversa e ciò vale ancor di più per noi ora che abbiamo vissuto una grande tribolazione con l’intera nazione, nell’emergenza sanitaria che sembra ancora non essere terminata e che accomuna tanti altri paesi nel mondo intero”, ha detto Giovagnorio. “Il segno di speranza, dopo le settimane di silenzio e di timore nelle quali abbiamo fronteggiato chiusi in casa l’aggressione del virus pandemico, è per Tagliacozzo, per la Marsica e per la nostra Regione, l’allestimento del nuovo programma del Festival Internazionale di Mezza Estate, giunto in questo 2020 alla sua XXXVI edizione”.

“Un lavoro frenetico e incessante, ripreso con tenacia e coraggio nei mesi di maggio e di giugno dall’Assessore alla Cultura Chiara Nanni e dal direttore artistico Jacopo Sipari di Pescasseroli, nella rielaborazione di ciò a cui s’era già lavorato fin dall’autunno scorso, ha prodotto, e non poteva essere altrimenti, un risultato ancor più sorprendente e di altissimo livello”, ha aggiunto il sindaco.

“Un’edizione completamente nuova è alle porte per il Festival Internazionale di Mezza Estate – ha detto la Nanni – . Tempi nuovi richiedono grande immaginazione, tanta energia e voglia di fare. Anche quest’anno il nostro festival ci sarà! Nonostante tutto, nonostante il virus che sta cambiando la nostra normalità. Non potevamo rinunciare all’appuntamento più atteso della programmazione culturale della nostra città. Un lungo e complicato lavoro ci ha portato ad una sintesi e a soluzioni di compromesso che culminano nel programma che presentiamo a voi al netto dei numerosi e bruschi cambi di rotta con perdite incolmabili”.

“Abbiamo fatto uno scrupoloso lavoro di cesellatura che mi porta ad annunciare un festival diverso, insolito ma sempre di grande interesse e di qualità assoluta. In questi mesi abbiamo ricevuto tante testimonianze di affetto e stimoli incoraggianti che ci hanno dato forza e coraggio per riprogrammare e ripensare l’offerta del festival. Lo propongo a voi nella certezza che apprezzerete la programmazione della 36esima edizione di un evento che negli anni è diventato la più importante manifestazione culturale della regione Abruzzo e una delle più prestigiose in Italia”.

“Membro ufficiale di Italiafestival insieme alle più importanti rassegne italiane (come Pucciniano, Ravenna Festival, Rossini Festival e Macerata Opera Festival), il Festival di Tagliacozzo è stato inserito nel prestigioso calendario nazionale Estate all’Italiana Festival in collaborazione con il Ministero degli Esteri, una rassegna nazionale che prevede la trasmissione streaming di alcuni spettacoli provenienti dai maggiori Festival d’Italia per un unico mega cartellone disponibile in streaming”.

“Un successo unico. Proseguendo nel progetto già avviato lo scorso anno”, ha detto dal canto suo Sipari, “obiettivo primario del Festival resta quello di sviluppare numerose collaborazioni con alcuni tra i più importanti Teatri e Fondazioni Musicali Europee, con i quali il Festival ha già realizzato alcuni importanti protocolli di forte cooperazione. Abbiamo lavorato molto per vedere anche il nostro Festival inserito tra le grandi rassegne italiane, soprattutto in un anno difficile come questo, in cui nulla era ed è scontato. Abbiamo cercato di lavorare al meglio per offrire un prodotto artistico di assoluto livello, attraverso l’inserimento di artisti di grande prestigio. Tutto questo perché Tagliacozzo, e con esso l’Abruzzo intero, appaiano sempre con maggior forza nell’universo culturale europeo”.

La 36esima stagione ha l’onore di ospitare per la seconda volta come orchestra residente la prestigiosa Orchestra sinfonica abruzzese che, in coproduzione con Tagliacozzo Festival, presenterà in cartellone numerosissimi concerti, spaziando, come di consueto, dalla musica classica, al jazz, alla musica pop.

“Sono molto grato al maestro Pellegrino – aggiunge Sipari – come sempre molto sensibile ai progetti culturali di livello per la nostra regione. L’Orchestra Sinfonica Abruzzese, la perla più splendente della nostra Regione, sarà anche quest’anno ampiamente presente al Festival per regalare, come lo scorso anno, grandissime emozioni a tutti i nostri affezionati”.

“Sono stati mesi intensi quelli del lockdown, nei quali il lavoro è stato febbrile, con il direttore Jacopo Sipari abbiamo ragionato a lungo su come gestire le date che avevamo già programmato”, ha detto Ettore Pellegrino, direttore artistico della Sinfonica.

“In alcuni frangenti abbiamo anche pensato che sarebbe stato impossibile riprogrammare da capo ma non potevamo lasciare al silenzio questi mesi. L’Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese ha appena ripreso le proprie attività e ora grande è la gioia di tornare a suonare. Siamo felici che ci sia anche il Festival Internazionale di Tagliacozzo fra i nostri appuntamenti, non poteva che essere così. Un cartellone di prestigio per il quale, come lo scorso anno, mettiamo a disposizione la nostra musica. Mi piace ribadire che la nostra opera, il lavoro della Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, è a servizio del territorio abruzzese, delle sue espressioni artistiche con le quali cerchiamo di tessere relazioni tali da amplificare gli effetti in termini di valore artistico e offerta culturale, questo è il nostro mandato statutario e ad esso siamo fedeli.”

“Il nostro Festival 2020, nel piccolo della nostra realtà è nella elevatezza dell’offerta culturale”, ha ripreso Giovagnorio, “è la prova provata di questo teorema di speranza e di vita e l’Amministrazione comunale della Città di Tagliacozzo è lieta ed orgogliosa di offrire una programmazione tanto ricercata al gentile pubblico che ormai da più di sette lustri ci segue con affetto e costanza”.

Inaugurazione pop per un Festival estremamente ricco di eventi: il 2 agosto ore 21,15 la magnifica Piazza Obelisco accoglie Nina Zilli con il suo “Mini Zilli Tour”, un concerto i cui proventi verranno completamente devoluti alla Croce Rossa Italiana. Chiusura in grande stile con le immortali canzoni di Massimo Ranieri con il suo “Oggi è un altro giorno”.

Due le opere liriche in programma: il capolavoro di Giacomo Puccini, Gianni Schicchi nello straordinario scenario del Chiostro di San Francesco per la regia di Giandomenico Vaccari e in collaborazione con l’Accademia di Alto Perfezionamento Vocale di Donata d’Annunzio Lombardi; La serva padrona di Pergolesi per la rassegna “Tagliacozzo Notturna” per la regia di Antonio Zamfir.

Il Teatro, curato da Federico Fiorenza, occupa uno spazio importantissimo della programmazione con quattro spettacoli di straordinario livello artistico: si apre con l’itinerante Le notti dell’abiura (8 agosto) dedicato a Shakespeare, per proseguire con “Melania Giglio, notte di note per Mimì”, nel 25esimo anniversario della morte di Mia Martini (12 agosto), “Laura Morante con Brividi mortali” (19 agosto), Alessio Boni e Marcello Prayer con “Canto degli esclusi – concertato a due per Alda Merini” (23 agosto).

Grande attesa per il concerto–evento “The Voice & The Violin” di Amii Stewart e Alessandro Quarta con Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Jacopo Sipari di Pescasseroli (13 agosto) e per I due “concerti – anniversario” dedicati a Federico Fellini-Nino Rota (5 agosto) e a Alberto Sordi, Vittorio Gassman ed Ennio Morricone (20 agosto) e per il concerto Paganini in Swing di Roberto Molinelli con la straordinaria partecipazione di Ettore Pellegrino.

Di assoluto pregio i gala lirici in collaborazione con l’Accademia di Alto Perfezionamento Vocale del soprano di fama internazionale e Premio Puccini 2019 Donata d’annunzio Lombardi.

Ampio spazio alla musica leggera e alla musica jazz con Arisa–Ricominciare Ancora Tour 2020 (11 agosto), Cantautrici con Grazia Di Michele, Mariella Nava e Rosanna Casale (9 agosto), Danilo Rea con il suo Omaggio a Mina (17 agosto), Sergio Cammariere con Karima (21 agosto).

Il 14 agosto il concerto straordinario di Stefano Bollani, “Piano Variations on Jesus Christ superstar”, nel cinquantesimo anniversario dell’album originale del capolavoro di Lloyd Webber e Rice e il 6 agosto il Panemonium di Vinicio Capossela, trasmesso in streaming da italiafestival.tv in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri per la rassegna nazionale “Estate all’Italiana Festival”.

Numerosissimi i concerti sinfonici e da camera e da segnalare tre straordinari concerti: gli ormai tradizionali Concerti nella Faggeta di Marsia (9 e 16 agosto) quello Al Tramonto (7 agosto), il Concerto all’alba (18 agosto) in programma alle 6 di mattina dinanzi al sagrato del Santuario della Madonna dell’Oriente con le musiche di Rossini e Tchaikovsky.

Di assoluto prestigio la presentazione del documentario “Storie di Città Spettacolo”, evento celebrativo per i 40 anni del Festival di Benevento (3 agosto).

Un programma unico ulteriormente arricchito da mostre, presentazioni di libri e numerosi altri appuntamenti per un Festival da ricordare.

“Agli eventi di musica, danza e teatro non potevamo far mancare anche quest’anno il godimento delle arti figurative con l’esposizione artistica ‘Contemporanea VentiVenti’ allestita dal maestro Emanuele Moretti e il godimento intellettuale con la presentazione di libri importanti il cui calendario è stato curato da Gianluca Rubeo”, ha concluso il sindaco Giovagnorio.

Tutte le informazioni su www.tagliacozzofestival.com.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.