AD ALTINO IL FESTIVAL DEL PEPERONE DOLCE E IL PALIO CULINARIO DELLE CONTRADE


ALTINO – È una consuetudine che si rinnova anche quest’anno l’appuntamento di sabato prossimo 5 agosto, ad Altino (Chieti), per presentare alla cittadinanza e agli ospiti il IX Festival del Peperone dolce di Altino-Palio culinario delle Contrade.

La Cumbérzieune (i convenevoli) delle otto contrade, che daranno vita alla competizione con i rispettivi menù, è un momento atteso dalla comunità altinese che vedrà, finalmente, svelati piatti e ingredienti tenuti segreti per mesi nelle cucine del paese. La presentazione è in versi, scritti e declamati in vernacolo dai contradaioli, nel solco della tradizione.

La prima parte del pomeriggio vedrà, in Largo del Palazzo, l’incontro-dibattito “Dalla microeconomia del peperone dolce di Altino alla promozione di un sistema locale territoriale”.

“Un titolo impegnativo – spiega la vice presidente dell’Associazione Mariella Di Lallo, ideatrice e moderatrice dell’incontro – che esplicita le forti radici del prodotto tipico locale negli interessi e nella programmazione non solo di Altino ma di tutto il comprensorio”.

“Obiettivo del dibattito – prosegue Di Lallo – è la presentazione e la discussione di una vera e propria proposta di sviluppo attraverso la promozione integrata delle tante filiere che a tutt’oggi si presentano frammentate e parallele, ognuna con le sue capacità produttive e competenze specifiche: dal peperone dolce, bene affermato come prodotto che confluisce e viene riassorbito in filiere più generali, al turismo, alle tradizioni e produzioni alimentari e gastronomiche, alle diverse forme di imprenditoria”.

In qualità di relatori interverranno Gilberto Candeloro, quale protagonista del mondo imprenditoriale, Carlo Ricci, per i legami dei territori agli aspetti ambientali e alle espressioni culturali, Gianni Orecchioni, in qualità di promotore e responsabile di progettualità che legano scuola e lavoro, e Giuseppe Scutti giovane ricercatore. A tracciare le conclusioni sarà il vice presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, assessore alle Attività produttive.

“Il peperone dolce di Altino – conclude il presidente Sebastiano Scutti – diventa così un piccolo modello di sviluppo locale, fortemente sostenuto dalla comunità, che aspira a stimolare ulteriori energie in un territorio più ampio, incontrando soggetti portatori di interessi e altre eccellenze”.

L’appuntamento si concluderà con Pasta Pepper Party per i convenuti, a cura dell’Associazione, e lo spettacolo teatrale “La ‘nzalate pe’ le ricche” messa in scena da Inter Flumina.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021